Domenica 25 Agosto 2019

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

Il caso

Addio fontana da inciampo

Addio fontana da inciampo

Piazza Matteotti e la fontana da inciampo

La fontana di piazza Matteotti è da anni al centro delle critiche cittadine. Il reticolato di piccoli canali davanti il teatro Ariston, ha mostrato quasi da subito problematiche di funzionamento e per tale motivazione ha passato più giorni all’asciutto che momenti zampillanti. Giusto in occasione delle serate di gala dell’Acqui Storia, gli ugelli nostrani hanno timidamente spruzzato qualche stilla e il rabesco di depressioni visto scorrere qualche rivolo di liquido.

Per il resto dell’anno la struttura ‘originale’ è rimasta un enigma di difficile comprensione per i turisti e soprattutto un pericoloso attentatore alle caviglie dei passanti. Lo slargo, infatti, è luogo di passeggio per chi vuol godersi un po’ di ombra alle fresche frasche e campetto improvvisato di pallone per i ragazzi del circondario. L’anno scorso l’amministrazione dell’ex sindaco Enrico Bertero aveva bandito un concorso di idee per il restyling della fontana e della piazza che la contiene. Interessanti proposte erano arrivate da studi associati di ingegneri ed architetti, con parchi giochi per bambini, strutture in acciaio e vetro, un’ara per cani e postazioni wi-fi a disposizione di tutti; della fontana ‘infame’ non sarebbe rimasto nulla.

Nei giorni scorsi, il governo della Giunta 5 Stelle, alla chetichella, ha dato mandato ai cantonieri del Comune di sigillare il reticolato di canali. «La chiudiamo per evitare incidenti di qualsiasi genere – hanno spiegato dalla Meetup del sindaco Lucchini – Era troppo pericolosa per i bimbi e poi nel futuro cercheremo di abbellirla. Certamente non daremo seguito al concorso di idee bandito da Bertero».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Valenza

Donna aggredita
da un pit bull

20 Agosto 2019 ore 18:04
.