Giovedì 20 Settembre 2018

Il caso

Troppi piccioni (e non solo) nelle strade della città

Troppi piccioni (e non solo) nelle strade della città

Forse per colpa del caldo che ostinatamente non vuole andare via, le specie infestanti della fauna urbana sono ancora presenti nel reticolato urbano. Gran parlare di sé hanno fatto i colombi acquesi che qua e là nella città hanno imbrattato monumenti, palazzi e strade alimentando la lamentela degli abitanti. Il Movicentro, ad esempio, ha le vetrate spruzzate di guano di piccione e nei giorni scorsi tanto ha fatto discutere, per le modalità, non per l’iniziativa, l’opera di pulizia dell’ingresso della scuola Saracco scelta da una coppia di colombi per costruire il proprio nido.

Abbiamo chiesto lumi sullo stato delle campagne di disinfestazione delle specie urbane al tecnico incaricato dalla giunta: «C’è stato solo il rinnovo, fino alla fine dell’anno, per la campagna di derattizzazione - spiega il biologo Fulvio Ratto - Stiamo continuando i trattamenti nelle varie ‘tombinature’, intervenendo su chiamata della popolazione dove ci sono criticità. Per la campagna sui colombi questa è ferma dal 6 ottobre come quella delle zanzare».

Come mai sono state interrotte? «Perché le zanzare e in genere i ditteri con il freddo dovranno sparire mentre per i piccioni, essendo una campagna di sterilizzazione, ad ottobre non si riproducono più e l’eventuale continuazione dei trattamenti sarebbe inefficace per motivazioni etologiche». Eppure in città la presenza di colombi e copiosa e poi c’è anche il problema della crescente popolazione di nutrie. Tutti i particolari su 'Il Piccolo' in edicola domani.

LE ULTIME NOTIZIE
Estorsione continuata, cinque arresti

Anche la Finanza protagonista dell'operazione

Cronaca

Estorsione continuata, cinque arresti

20 Settembre 2018 alle 11:02

La Polizia   e la Guardia di finanza hanno arrestato 5 persone, tutte italiane, in esecuzione ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati