Domenica 18 Agosto 2019

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

Il caso

Mutui comunali, tra trasparenza e critiche

Mutui comunali, tra trasparenza e critiche

L'assessore Scovazzi

L’assessore Mario Scovazzi ha aperto il libro dei conti agli organi di stampa. Un’operazione trasparenza per illuminare i cittadini sui problemi finanziari della Casa Comunale: 205 mutui dal 1977 ad oggi, per un debito complessivo con le banche e la Cassa Depositi e Prestiti di 62.582.884 euro di cui 21.604.101 di interessi. Questa voragine passiva sarebbe figlia delle rinegoziazioni sprovvedute accettate dalle scorse amministrazioni.

Lui ha detto ‘no’ all’ennesima proposta della Cassa Depositi e Prestiti che, a suo dire, avrebbe creato 372mila euro di liquidità immediata, ma un aumentato del costo sui rimborsi dei di 1.834.000 euro. L’analisi Scovazzi ha toccato i casi più eclatanti dei mutui nostrani, quello per la capitalizzazione delle Terme di Acqui S.p.a. e del Centro Congressi, ventennali ma ancora dai debiti ‘stra-milionari’. «La situazione debitoria del Comune è complessa non solo per il numero di mutui che abbiamo, ma anche per la cieca politica delle precedenti amministrazioni – ha dichiarato - A oggi la rinegoziazione dei debiti sta toccando non solo i nostri figli, ma anche i nostri nipoti». Durissima la replica dell’ex sindaco Enrico Bertero: «Spaventano la gente per coprire la loro obiettiva incapacità di programmare il futuro trincerandosi dietro l’alibi falso dell’assenza di risorse. Sono degli incompetenti». Dati ed interviste complete su Il Piccolo da stamani in edicola.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Ovada

Diga di Molare:
una ferita per tutto l'Ovadese

13 Agosto 2019 ore 09:37
.