Sabato 20 Gennaio 2018

L'idea

Capodanno coprifuoco o fuochi d’artificio?

Capodanno coprifuoco o fuochi d’artificio?

Si leva alta la lamentela della Lega Nord acquese per bocca del Consigliere Marco Protopapa. Secondo la camicia verde, la programmazione degli eventi di Natale e Capodanno non rende giustizia alla vocazione turistica della città. «L’amministrazione Lucchini ha riproposto le casette in piazza Italia e la pista di pattinaggio, iniziativa tanto per cambiare gestita in gran parte da non acquesi – ha lamentato – Una programmazione che vedo limitata ad un ristretto raggio d’azione che non va oltre la nostra zona». Questa scarsa attenzione al Turismo sarebbe evidente, secondo Protopapa, anche nel fatto che finora sono state convocate tutte le Commissioni comunali tranne quella ‘Turismo e Commercio’: «Fatto molto grave per una città turistico-termale che ‘vanta’ un Assessore di esperienza nazionale e un presidente di Commissione di giovane età e pieno di energia».

La denuncia leghista parte dalla constatazione che il 26 dicembre, con il Concerto di Santo Stefano, si interrompe la programmazione promossa dal sito istituzionale, proprio nel periodo potenzialmente di maggiore affluenza turistica. «Quindi per Capodanno nulla?- si è domandato - Mi auguro che il sito non sia aggiornato e che invece ci siano progetti e proposte oculate ed interessanti per non fare la fine degli ultimi anni dove le feste tra Natale e la Befana erano un muro del pianto per l’acquese rimasto a casa ma soprattutto per chi ha preferito la nostra città come luogo di vacanza».

L’intervista completa su Il Piccolo da domani in edicola.

LE ULTIME NOTIZIE
Bellomo è tornato in gruppo. Della Rocca? Se sta bene

Nicola Bellomo è tornato a lavorare alla Michelin con il gruppo

calcio - grigi

Bellomo in gruppo: Salerno si allontana

19 Gennaio 2018 alle 18:49

Il permesso di Nicola Bellomo è finito. Iniziato il 2 gennaio, per permettere al trequartista di ...

Preso il boss: era latitante da due anni

Il colonnello Enrico Scandone, al centro, il tenente colonnello Giuseppe Di Fonzo, a destra, e il tenente colonnello Giacomo Tessore

Spinetta Marengo

Preso il boss: era latitante
da due anni

19 Gennaio 2018 alle 11:16

Hanno lavorato duro i carabinieri del Nucleo investigativo del Reparto operativo del Comando ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati