Domenica 25 Agosto 2019

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

Il simbolo

Pietre di inciampo, la città ricorda i deportati

Pietre di inciampo,  la città  ricorda i deportati

Gunter Demnig e le pietre da inciampo

Lunedì 15 gennaio la comunità  assisterà alla posa di undici “Pietre di Inciampo”, una iniziativa in ricordo dei cittadini di fede mosaica che, tra il dicembre 1943 e la tarda primavera del 1944, furono deportati nei campi di concentramento di Auschwitz, Mauthausen e Dacau ed ivi trovarono la morte. Un corteo partirà alle ore 14 da piazza Levi e seguirà un percorso lungo le residenze dei caduti. «Acqui non arretra sul dovere della memoria – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Alessandra Terzolo - Le Pietre sono un invito tangibile a riflettere, ricordare e non dimenticare. Questi undici sampietrini dedicati alle nostre vittime dell’Olocausto rappresentano un monito affinché non succeda mai più. È importante ribadire la memoria, allargandola a tutto l'anno e lavorando sulla trasversalità delle generazioni».


L’evento è il primo appuntamento di un articolato programma di iniziative culturali, educative-didattiche e commemorative sulla Giornata della Memoria che coinvolgerà alcuni comuni dell’Acquese, Acqui Terme, Rivalta Bormida e Monastero Bormida, dal 26 al 29 gennaio. L’architetto/artista Gunter Demnig, ideatore del progetto, provvederà personalmente alla posa. Maggiori dettagli nel prossimo numero de Il Piccolo da domani in edicola.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Valenza

Donna aggredita
da un pit bull

20 Agosto 2019 ore 18:04
.