Sabato 25 Maggio 2019

L'esperienza

Due ragazze estoni in Erasmus all'Alberghiero

Due ragazze estoni in Erasmus all'Alberghiero

Si è concluso nei giorni scorsi il primo progetto di ‘Incoming’ dell’istituto Enaip acquese. L’iniziativa, rientrante nel programma europeo di mobilità internazionale Erasmus Plus, ha consentito a Grete e Oksana, due ragazze estoni, di frequentare per un mese le lezioni dell’Alberghiero. «In Estonia, a Viljandi, le ragazze sono iscritte alla scuola professionale di cucina – hanno spiegato dall’istituto – Durante le lezioni del progetto hanno potuto confrontarsi con i loro coetanei acquesi e frequentare i laboratori della nostra offerta formativa».

Grete e Oksana hanno potuto così avvicinarsi alla cucina della tradizione italiana e piemontese, ma non solo. L’esperienza è stata anche l’occasione per far conoscere loro il territorio; oltre alle tradizionali visite al patrimonio archeologico e storico della città bollente, le studentesse hanno visitato la cantina Cuvage e l’Enoteca Regionale immergendosi nel mondo affascinante dell’enologia acquese. Prima di ripartire per l’Estonia, le due ragazze sono state le protagoniste dell’evento “Apericena estone”, organizzato nell’ambito del ristorante didattico.

Grete e Oksana, insieme agli allievi del Cfp, sono state parte attiva nella fase operativa/lavorativa, impegnandosi in un servizio con clienti “reali” e sperimentando le loro competenze. Mentre gli allievi del corso di Tecnico di cucina si sono occupati della realizzazione di piatti italiani ed estoni, sotto la supervisione del loro docente e della chef estone Lea Kask, gli studenti del corso di sala e bar hanno allestito il buffet, accolto e servito un’ottantina di ospiti sotto lo sguardo attento del docente di enogastronomia.

LE ULTIME NOTIZIE
"Striscia ha sbagliato. Non siamo spacciatori"

La Municipale ai giardini subito dopo il servizio di Striscia la Notizia

La testimonianza

"Striscia ha sbagliato.
Non siamo spacciatori"

24 Maggio 2019 alle 07:56

«Io non sono un delinquente, ma ora tutti lo credono». È la testimonianza di un uomo che è stato ...

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati