sanità

Asl, nel confronto con i sindacati le prospettive per il 2017

Asl, nel confronto con i sindacati le prospettive per il 2017

L'incontro all'Asl con i sindacati

Si è svolto all’insegna del dialogo e del confronto costruttivo l’incontro tenutosi la scorsa settimana, nella sede della direzione generale Asl, con i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil sui temi della sanità provinciale.
I temi affrontati sono quelli che stanno impegnando a tempo pieno l’amministrazione nell’attuazione delle direttive regionali di riordino e razionalizzazione delle reti ospedaliera e territoriale.
1 - L’Asl Al sta implementando una riorganizzazione che, in ambito territoriale, è caratterizzata dal passaggio da 7 a 4 Distretti. Sono stati individuati 4 referenti: i dottori Sasso, Barresi, Dazzi e D’Angelo che collaborano con il dottor Stura che svolge funzione di coordinatore.
Sono state attivate, nel frattempo, le procedure per la copertura dei posti di direttore di Distretto, procedure che hanno rilievo nazionale. Entro marzo sarà nominato il primo dei nuovi direttori di Distretto.
2 – Le Case della Salute: su richiesta della Regione si va verso l’implementazione di 5 'Case'.
I progetti si basano sia su realtà organizzative e strutturali già esistenti, ma che richiedono di essere ancora completate, sia su ambiti che necessitano d’interventi consistenti.
Appartengono alla prima categoria le strutture di Castellazzo Bormida e Ovada in cui sarà potenziato il progetto Picasso, iniziativa che ha assunto rilevanza nazionale e che sarà presentato a Bologna il 3 marzo.
A Moncalvo è presente una struttura su cui si è già investito molto e che necessita, per il completamento, di un impegno supplementare.
I casi di Castelnuovo e Valenza sono differenti.
A Castelnuovo il sindaco è molto favorevole all’iniziativa ma i costi da sostenere sono assai elevati.
Per Valenza l’Azienda ha ricevuto direttive perché abbandoni l’ex Mauriziano che ha costi di gestione annuali di circa 500.000€, cui si aggiungono le spese di affitto, perciò si sta cercando una soluzione logistica adeguata.
La Casa della Salute è deputata, nelle attese dell’Amministrazione, a svolgere una funzione di filtro delle situazioni meno gravi per le quali i pazienti si rivolgono al Pronto Soccorso, oltre ad intercettare le cronicità presenti sul territorio offrendo risposte innovative (quali ad esempio, dove possibile, la presenza di un neurologo).
Ad Ovada risiede la parte più anziana di una popolazione, quella della provincia di Alessandria, a sua volta tra le più anziane del Piemonte, che esprime bisogni sanitari che la Casa della Salute può affrontare. Per Ovada l’Asl ha attivato la procedura per la nomina del primario della lungodegenza e d’altro canto sta riscontrando difficoltà a reclutare un medico per un Pronto soccorso che ha un numero di accessi troppo limitato.
La legge finanziaria di quest’anno prevede che ciascun Presidio abbia un equilibrio economico e, in particolare, che i costi non superino il valore della produzione per più del 7%. Ovada è il Presidio che, in azienda, ha i conti migliori, grazie anche alla sua attrattività nei confronti di pazienti liguri.

LE ULTIME NOTIZIE
"Non abbiamo i soldi per fare la spesa"

La roulotte della famiglia Dellacà

Casal Cermelli

"Non abbiamo i soldi
per fare la spesa"

23 Ottobre 2017 alle 16:56

"Cento euro al mese non bastano, chiedo lavoro, ma le aziende preferiscono gli extracomunitari”. ...

Alessandria Pisa

Contestazione anche al presidente Di Masi. In tribuna parole dure a Sensibile

Calcio - Grigi

Questa squadra saprà lottare per salvarsi?

23 Ottobre 2017 alle 01:19

Altro che partita in cui "tirare fuori tutto". Altro che partita in cui cambiare la stagione, in ...

Ritirati due esuberi alla Acerbi

Una delle ultime manifestazioni di protesta dei lavoratori

Castelnuovo Scrivia

Ritirati due esuberi
alla Acerbi

22 Ottobre 2017 alle 08:30

Accordo pieno tra la proprietà dell'azienda di Castelnuovo Scrivia per il ritiro di due esuberi dei ...

Alessandria Pisa

La Nord arrabbiata e preoccupata, la squadra deve adattarsi a obiettivi diversi

Calcio - Grigi

'Giochiamo come chi
lotta nelle zone calde'

23 Ottobre 2017 alle 05:16

"Fino al gol del Pisa ho avuto la sensazione che i ragazzi stessero inseguendo, tutti insieme, ...

Benedicta, accordo Regione-Provincia: 750mila per il Centro documentazione

Il Santuario della Benedicta, alle Capanne di Marcarolo

L'intesa

Centro documentazione Benedicta: 750mila euro

21 Ottobre 2017 alle 08:37

Si è svolto  a Palazzo Ghilini l’incontro tra Provincia e Regione Piemonte per il completamento dei ...

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati