Sabato 20 Gennaio 2018

I candidati sindaco alle prese con i problemi del Tribunale

Incontro a Palazzo di Giustizia tra l'Ordine degli avvocati e chi corre per la guida della città: riflessioni sull'ex consorzio agrario

I candidati sindaco alle prese con i problemi del Tribunale

I candidati sindaco si sono riuniti lunedì pomeriggio nella sala avvocati del Tribunale di Alessandria per discutere sul problema di palazzo di Giustizia, inadatto a ospitare chi vi presta servizio. «Gli uffici versano in una situazione grave» aveva scritto il presidente dell’Ordine degli Avvocati Piero Monti. «È importante che i candidati inseriscano nei loro programmi proposte concrete per dotare la città di strutture adeguate all’impegno richiesto». Da ormai quattro anni negli stessi locali che ospitavano il tribunale alessandrino convivono anche quelli di Acqui, Tortona, e la sezione staccata di Novi. L'implosione è alle porte. Proprio per questo motivo, in vista del voto, l'ordine degli avvocati, ha voluto tastare il polso ai candidati sindaco. Nonostante il potere diretto per risolvere la spinosa questione spetti al ministero della Giustizia, quanto sono disposti a spendersi per risolvere il problema se eletti? Tutti hanno concordato sul fatto che la salute del Tribunale sia una priorità della nuova amministrazione: <Si dovrà intervenire tempestivamente per adeguare Palazzo di Giustizia alle esigenze che l'accorpamento ha imposto>. I candidati hanno manifestato disponibilità ad intervenire: <Il nostro intento - spiega l'avvocato Piero Monti - era chiedere loro un impegno a prendere a cuore il problema>. L'orientamento potrebbe essere quello di recuperare i locali dell'ex consorzio agrario, anche perché altre soluzioni risultano difficilmente praticabili. Ora non rimane che attendere gli esiti del voto per iniziare la scalata verso un Tribunale che riesca a conciliare le esigenze di chi ci lavora e di chi si reca per necessità. 

LE ULTIME NOTIZIE
Preso il boss: era latitante da due anni

Il colonnello Enrico Scandone, al centro, il tenente colonnello Giuseppe Di Fonzo, a destra, e il tenente colonnello Giacomo Tessore

Spinetta Marengo

Preso il boss: era latitante
da due anni

19 Gennaio 2018 alle 11:16

Hanno lavorato duro i carabinieri del Nucleo investigativo del Reparto operativo del Comando ...

Barlocco è già grigio, Casasola ai saluti

Casasola ai saluti: si allena ancora con i Grigi, ma entro lunedì sarà a Salerno

calcio

Barlocco è già grigio, Casasola ai saluti

18 Gennaio 2018 alle 23:53

Sono passate davvero poche ore, come anticipato ieri su questo sito, per il ritorno ufficiale di ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati