L'evento

Il ‘Bordino’ diventa Gran Prix, nella città che torna capitale

Il ‘Bordino’ diventa Gran Prix, nella città che torna capitale

Il circuito resta nel cuore della città. E diventa ‘Gran Prix Bordino’, la rievocazione storica di quello che era denominato ‘Città di Alessandria’ e frequentato dai piloti più forti, che dalla storia sono entrati nella leggenda e nel mito delle quattro ruote. Stessa sorte di un evento che fa rivivere ad Alessandria gli Anni 20 e 30, quando era una delle capitali dell'automobilismo.

Perché anche il ‘Bordino’ contribuisce a ritrovare una identità, che viaggiava sulle due ruote della bicicletta, ma anche sulle quattro delle automobili. E qui arrivavano i campioni, perché vincere qui era il passaporto per la gloria. Succederà anche da oggi a domenica, 27° ‘Bordino’, abbinato a ‘Le veterane sulle strade dei vini’: con la regia del Veteran Car Club 'Bordino, e il Gruppo Amag come main sponsor, e Antonio Traversa, il presidente del ‘Bordino’, ha un orgoglio, più che legittimo, che è suo e di tutti i soci, «creare una vetrina internazionale per Alessandria, perché il 35 per cento degli equipaggi arriva dall'estero: francesi e svizzeri, soprattutto, ma anche dal resto dell'Europa. Una promozione per la nostra città e il territorio e, anche, una meravigliosa occasione offerta agli appassionati, di entrare dentro questo museo a cielo aperto e ammirare alcuni pezzi unici, da collezioni private e musei».

LE ULTIME NOTIZIE

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati