Venerdì 21 Settembre 2018

Il caso

Tari in scadenza ma le bollette non sono arrivate

Tari in scadenza ma le bollette non sono arrivate

Se non ci fossero di mezzo dei soldi da pagare, ci scapperebbe persino un sorriso.
Peccato che così non è, perché stiamo parlando dei bollettini per il verso della famigerata Tari, la tariffa rifiuti: ebbene, a tanti alessandrini - nonostante la prima rata fosse in scadenza addirittura il 2 maggio scorso e la seconda sarà da regolare entro il 16 giugno, data valida anche per chi volesse effettuare il pagamento dell’intero importo - gli avvisi non sono ancora arrivati.
Com’è possibile, si dirà? Possiamo dire che si è arrivato a questo punto per una specie di ‘concorso’ di colpa: innanzitutto, la gestione della banca dati, l’imbustamento e la spedizione dei bollettini stessi non fa capo direttamente al Comune, ma a una società esterna selezionata attraverso uno gara. L’amministrazione, poi, ci ha ovviamente messo del suo, arrivando a definire all’ultimo momento gli importi famiglia per famiglia.

Però, una nota lieta: non c'è motivo di temere eventuali more o sanzioni, a patto ovviamente di provvedere alla messa in regola dieci giorni entro la ricezione della notifica. Il perché, lo spieghiamo sul 'Piccolo' oggi in edicola.

LE ULTIME NOTIZIE
Estorsione continuata, cinque arresti

Anche la Finanza protagonista dell'operazione

Cronaca

Estorsione continuata, cinque arresti

20 Settembre 2018 alle 11:02

La Polizia   e la Guardia di finanza hanno arrestato 5 persone, tutte italiane, in esecuzione ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati