Lunedì 25 Marzo 2019

La storia

L’edicola? Non solo un negozio. Se chiude, siamo più poveri

L’edicola? Non solo un negozio. Se chiude, siamo più poveri

La chiusura di un’edicola non è solo lo spegnersi di un’insegna, né l’abbassarsi di una serranda. Non è solo un punto di riferimento che viene a mancare, un luogo d’incontro che evapora. È un pezzo di noi che muore un po’.

Non necessariamente di noi giornalisti, costretti a scrivere ‘meno uno’ nell’elenco di chi vende il nostro prodotto, ma di noi cittadini, colpevoli di continuare a fare spallucce a certi nefasti segnali, giustificandoli col fatto che «di questi tempi va così».

Tristi e un pochino rassegnati, siamo venuti a salutare Massimo Sette. Ha trascorso gli ultimi 11 dei suoi 43 anni all’angolo tra via Bellini e viale Michel, dove spicca il chiosco dei giornali. Di qua l’Università silenziosa; di fronte, il rumoroso mercato.

Sul giornale in edicola l'intervista completa.

LE ULTIME NOTIZIE

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati