Cultura

Casale riscopre le meraviglie dell’antico Egitto

Casale riscopre  le meraviglie dell’antico Egitto

Giornata sul Museo Egizio di Torino al Teatro di Casale

I monferrini (e non solo) non sono immuni dal fascino dell’Egitto. Lo dimostra il buon successo– correva l’anno 2008 – della mostra sulla medicina egiziana, organizzato da Misericordia Casale. E lo testimoniano le lezioni e le iniziative che da alcuni anni l’insegnante casalese, Sabina Malgora tiene. Ma c’è un legame ancor più indietro nel tempo, ed è quello del conte Carlo Vidua e della sua collezione. Fu proprio lui, nei primi decenni dell’Ottocento, a rendere possibile, con la sua mediazione, l’acquisizione da parte di Casa Savoia della collezione Drovetti, nucleo fondativo del Museo Egizio. Ai giorni nostri, nell’anno 2015, trentatre reperti egizi provenienti dalla collezione del nobile illustre viaggiatore conzanese, sono stati dati in deposito temporaneo al Museo Egizio di Torino, secondo al mondo per importanza dopo quello del Cairo. E del rapporto tra “Carlo Vidua e l’Egitto” si parlerà martedì 9 maggio, a partire dalle ore 10.30 al Teatro Municipale con un ospite di eccezione.

LE ULTIME NOTIZIE

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati