Martedì 23 Ottobre 2018

Lo scontro

Sanità: doppio no alla fusione voluta dalla Regione

Sanità: doppio no alla fusione voluta dalla Regione

L’ordine del giorno di Demezzi è passato

Da Casale Monferrato seconda città della Provincia di Alessandria con il capoluogo viene un doppio no alla fusione dell’Asl Al e dell’Azienda ospedaliera di Alessandria. L’impulso in questa direzione era partito da una mozione del consigliere del Partito democratico, Domenico Ravetti, presidente della Commissione sanità, poi approvato dalla maggioranza che a Palazzo Lascaris sostiene la giunta di Sergio Chiamparino.

Ma dal territorio si erano levati subito gli scudi del Movimento sovranista, con il consigliere Gian Luca Vignale ed il commissario piemontese Marco Botta, che avevano organizzato un convegno ad Alessandria, poi avevano inviato a tutti i sindaci una proposta di ordine del giorno che invitava ad esprimere un parere contrario, anche perché il provvedimento verrebbe preso senza alcuna consultazione sul territorio (adesso, tardivamente, ne è stata avviata una che scade il 13 aprile, ma on line).

LE ULTIME NOTIZIE

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati