Sabato 06 Giugno 2020

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

Resilienza

Camminare dove c’era la fabbrica della morte

Camminare dove c’era la fabbrica della morte

In programma una cerimonia al Parco Eternot in memoria delle vittime dell’amianto

In quale città in Europa e, forse, nel mondo, è così alta la sensibilità al problema dell’amianto come Casale Monferrato che, con i tanti morti per mesotelioma si può, purtroppo, dire realmente ‘Città Martire’?

Qui più che altrove, ci saranno iniziative a partire dal 27 aprile prossimo e sino al 3 maggio, per celebrare la ‘Giornata mondiale delle vittime dell’amianto’, ovvero di tutte quelle persone che hanno perso la vita a causa di malattie come il cancro al polmone, l’asbestosi o, soprattutto, il terribile mesotelioma. Ma Casale è anche la città della resilienza, che ha reagito nonostante tutto e che ha iniziato un lungo percorso di rinascita.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

L'editoriale

I medici e gli infermieri costretti
al silenzio

29 Maggio 2020 ore 08:24
Lutto a Valenza

Morto Raselli, l'orafo illuminato

29 Maggio 2020 ore 15:26
.