Il caso

Decesso in carcere: una morte ancora avvolta dal mistero

Decesso in carcere: una morte ancora avvolta dal mistero

La morte di Tonino Marci, 63 anni, avvenuta venerdì sera nella cella dove era rinchiuso da tre giorni con la pesante accusa di detenzione di materiale pedo-pornografico e violenza sessuale su minori, è ancora avvolta dal mistero.
Ieri mattina il medico legale del pubblico ministero, Pier Domenico Governa, ha eseguito l’autopsia, alla presenza del perito nominato dalla famiglia dell’allenatore di calcio, dottor Maurizio Bruni. L’uomo è morto per asfissia.
Da alcune indiscrezioni, però, sarebbe emerso che, al momento, non ci sarebbero elementi evidenti né per sostenere la tesi del suicidio, tantomeno per quella di una eventuale morte violenta. Bisognerà attendere novanta giorni, il tempo necessario al medico legale per effettuare tutti gli esami. Per avere una risposta certa. 

LE ULTIME NOTIZIE
Chiamparino: "La Cittadella come la Reggia di Venaria"

Il sindaco Rita Rossa tra il presidente Sergio Chiamparino e l'assessore regionale Giuseppina De Santis

Il progetto

Chiamparino: "La Cittadella
come la Reggia di Venaria"

27 Aprile 2017 alle 08:44

Trasformare la Cittadella in una nuova eccellenza dell'offerta culturale e turistica del Piemonte - ...

Alessandria Di Masi Pillon Magalini

Non si è fatta attendere la risposta del Livorno Calcio all'appello del presidente dell'Alessandria

Calcio - Grigi

Livorno: "No a appelli
e sollecitazioni"

25 Aprile 2017 alle 11:05

La Cremonese ha parlato per prima, mettendo tutti a tacere: silenzio stampa di tutti i tesserati ...

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati