Tribunale

Caso Malerba: il giudice ammette come prova il filmato del furto

Caso Malerba: il giudice ammette come prova il filmato del furto

Angelo Malerba

Dopo le molte contestazioni sollevate dall’avvocato Massimo Martinelli che hanno provocato un rallentamento del processo per direttissima, il processo contro Angelo Malerba, ex 5 stelle, ora capogruppo del gruppo Misto in Comune, potrebbe entrare nel merito. All’udienza del 3 marzo. Il giudice, Giorgia La Palma, ha ammesso come prova il filmato che, secondo i carabinieri, immortala Malerba mentre ruba due banconote da 50 euro all’interno di un armadietto dello spogliatoio maschile della palestra Pianeta Sport. Episodio per cui Malerba venne arrestato il 10 marzo dello scorso anno. Nell’udienza di venerdì scorso il magistrato ha ammesso come prova il filmato dei carabinieri e il decreto che ne autorizzava la realizzazione. Ha ammesso anche il filmato girato dalla difesa all’interno della palestra. Si è trattato di un’udienza tesa, che ha richiesto più volte l’intervento del giudice. Sono stati sentiti i testi dei Pm: il maresciallo che condusse le indagini, e la persona che subì il furto. Poi i tre testi della difesa, una cliente della palestra e due investigatori privati. Dure le contestazioni dell’avvocato Martinelli, in merito al fascicolo 

LE ULTIME NOTIZIE
Alessandria Renate

Il presidente Di Masi e Pillon: il campo ha premiato la scelta del primo per il secondo

Calcio - Grigi

Di Masi: "Prova di onestà di tutto il Livorno"

23 Aprile 2017 alle 02:19

La premessa del presidente Di Masi:  "Noi sabato a Tivoli, con la Lupa Roma, dobbiamo fare il ...

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati