Serravalle Scrivia

Vengono fatti scendere, si vendicano gettando un sasso contro il treno

Sei ragazzi segnalati alla Procura dei Minori. L'indagine della Polfer di Novi che attiva serie di controlli

Vengono fatti scendere, si vendicano gettando un sasso contro il treno

Fatti scendere dal treno perché tenevano un comportamento poco consono a chi utilizza un pubblico servizio, due ragazzi hanno pensato bene di vendicarsi lanciando un sasso contro il treno, colpendo un cristallo della vettura pilota, in coda al treno.
L’immediata segnalazione del capotreno del convoglio danneggiato, e di un suo collega, ha fatto scattare l’indagine della Polizia ferroviaria di Novi che si è protratta per alcuni giorni. Gli agenti sono riusciti a risalire agli autori di quella che può essere considerata una ritorsione, e a dimostrare che facevano parte di un gruppetto di 6 ragazzi minorenni, marocchini ed italiani. Convocati presso il posto Polfer alla stazione di Novi Ligure con i rispettivi genitori, sono stati sottoposti ad interrogatorio da parte del comandante Alessandro Serratto e dei suoi collaboratori che li hanno inchiodati alle loro responsabilità. Nell’evolversi dell’indagine gli agenti della Polizia ferroviaria di Novi Ligure hanno appurato che uno di ragazzi del gruppetto si è reso responsabile di piccoli furti all’interno del supermercato Gulliver di Serravalle Scrivia, città che i giovani raggiungevano utilizzando proprio il treno regionale veloce 2521. Si riunivano poi all’interno della locale stazione, per consumare il provento del furto, consistente in cibo e bevande, sporcando anche i marciapiedi.
I sei ragazzi, dopo essere stati richiamati circa la pericolosità delle loro condotte, sono stati tutti segnalati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei minorenni di Torino. Per uno dei  ragazzi l’ipotesi di reato è danneggiamento del convoglio, per l’amico il furto aggravato.
Nei giorni scorsi gli agenti della Polfer sono stati impegnati anche nella prevenzione e repressione dell’attraversamento dei binari dove non è consentito. Elevate, complessivamente 35 sanzioni, di cui 34 a seguito di presenza non autorizzata in zone ferroviarie interdette, e una per effettivo attraversamento dei binari.
Le stazioni di Arquata Scrivia e Serravalle Scrivia, sono state oggetto di controlli ad opera di personale del Nucleo scorte, mentre il personale del Posto Polfer di Novi Ligure ha controllato sia la stazione di competenza che quella di Serravalle Scrivia, con una sanzione elevata. 

LE ULTIME NOTIZIE
"Non abbiamo i soldi per fare la spesa"

La roulotte della famiglia Dellacà

Casal Cermelli

"Non abbiamo i soldi
per fare la spesa"

23 Ottobre 2017 alle 16:56

"Cento euro al mese non bastano, chiedo lavoro, ma le aziende preferiscono gli extracomunitari”. ...

Alessandria Pisa

Contestazione anche al presidente Di Masi. In tribuna parole dure a Sensibile

Calcio - Grigi

Questa squadra saprà lottare per salvarsi?

23 Ottobre 2017 alle 01:19

Altro che partita in cui "tirare fuori tutto". Altro che partita in cui cambiare la stagione, in ...

Ritirati due esuberi alla Acerbi

Una delle ultime manifestazioni di protesta dei lavoratori

Castelnuovo Scrivia

Ritirati due esuberi
alla Acerbi

22 Ottobre 2017 alle 08:30

Accordo pieno tra la proprietà dell'azienda di Castelnuovo Scrivia per il ritiro di due esuberi dei ...

Alessandria Pisa

La Nord arrabbiata e preoccupata, la squadra deve adattarsi a obiettivi diversi

Calcio - Grigi

'Giochiamo come chi
lotta nelle zone calde'

23 Ottobre 2017 alle 05:16

"Fino al gol del Pisa ho avuto la sensazione che i ragazzi stessero inseguendo, tutti insieme, ...

Benedicta, accordo Regione-Provincia: 750mila per il Centro documentazione

Il Santuario della Benedicta, alle Capanne di Marcarolo

L'intesa

Centro documentazione Benedicta: 750mila euro

21 Ottobre 2017 alle 08:37

Si è svolto  a Palazzo Ghilini l’incontro tra Provincia e Regione Piemonte per il completamento dei ...

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati