Giovedì 18 Ottobre 2018

Alessandria

Continua il pressing dei militari nelle zone più a rischio della città

Sette pattuglie, coordinate dal maggiore Girardi, al lavoro giovedì (dal pomeriggio a notte fonda). Setacciati interi quartieri, controllati locali ed effettuati posti di blocco

Continua il pressing dei militari nelle zone più a rischio della città

Un nuovo, imponente, servizio straordinario è stato svolto ad Alessandria dai carabinieri della Compagnia diretti dal maggiore Massimiliano Girardi. Era finalizzato ai controlli della circolazione stradale e dei luoghi di aggregazione della città. Giovedì, 16 marzo, il blitz ha permesso di eseguire numerosi posti di blocco nelle maggiori arterie di comunicazione, e perlustrare molte piazze del centro città e dei quartieri Cristo e Pista, con numerose verifiche in locali pubblici. I carabinieri sono entrati in azione nel pomeriggio e hanno lavorato fino a notte fonda. Sul territorio sono state impiegate sette pattuglie: una gazzella del Radiomobile, le Stazioni di Alessandria Principale, Solero, Felizzano, due pattuglie giunte in rinforzo dalle Compagnie di Casale Monferrato e Acqui Terme, una pattuglia di militari in abiti civili del Nucleo Operativo. Positivo l’esito dell'attività: controllati 33 veicoli e 126 persone, molte delle quali pregiudicate. Verifiche in nove locali tra bar e sale slot, due le violazioni al codice della strada contestate. Durante il blitz finalizzato a prevenire fenomeni di degrado e di inciviltà urbana, sono state monitorate in modo particolare piazza della Gamberina, la zona di largo Vicenza, Piazza Santo Stefano, Piazza Garibaldi, Piazza Libertà, Piazza Carducci, Piazza Ambrosoli, Piazza Matteotti e Piazza Marconi, i giardini Pittaluga, quelli antistanti la stazione ferroviaria e di via Gandolfi. Numerosi controlli anche su frequentatori di sale slot e bar anche nei quartieri Pista e Cristo. Due le auto trovate a circolare nonostante fossero sottoposte a fermo amministrativo con conseguente pesante sanzione per i conducenti e il nuovo fermo amministrativo dei mezzi in questione.

LE ULTIME NOTIZIE
Muore a 22 anni

Novi Ligure

Muore a 22 anni
per un infarto

17 Ottobre 2018 alle 16:29

Non ci sono più dubbi, è stato un infarto a uccidere, la notte scorsa, Edoardo Giavino, il ragazzo ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati