Lunedì 22 Luglio 2019

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

La mostra

Sciutto: scultura e biologia

Sciutto: scultura e biologia

Strutture in terracotta e raku che ci riportano alle forme primordiali della vita.
La mostra di Renza Laura Sciutto nell’Oratorio San Sebastiano di Denice è estremamente suggestiva, integrandosi bene con l’ambiente circostante.
L’artista ha già realizzato diverse esposizioni in cui ha incantato il pubblico con le sue opere evocative e arcaiche. Le sue sculture hanno una forza epica e primitiva e allo stesso tempo mostrano un’eleganza inconfondibile.
Questo fascino ora viene rafforzato dalla scelta di cercare con la scultura di rappresentare le forme micro cellulari viste con il microscopio. La biologia diventa così una inesauribile fonte di ispirazione. Il microscopio rivela un immenso repertorio di forme e strutture che, opportunamente stilizzati, possono diventare originali elementi di strutture scultoree complesse.
Questi corpuscolo portati a dimensioni infinitamente più grandi trasmettono, grazie alla sensibilità dell’artista, la sacralità della vita e questo sentimento arcano dialoga felicemente con il contesto dell’oratorio.
Sicuramente importante anche l’apporto del curatore Rino Tacchella

Polimorfismi
Oratorio di San Sebastiano, Denice; fino al 5 agosto; sabato ore 17 - 19, domenica ore 10 - 12 e 17 - 19. Altri giorni su appuntamento (telefono 3292505968)

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Lerma

Incidente sul lavoro: operaio
perde la vita

19 Luglio 2019 ore 12:48
.