Indagine e operazione della Procura di Torino

Terrorismo, fermata un'alessandrina di 26 anni

Lara Bombonati (Khadija) addestrata dal gruppo Ha'yat Tahrir Al-Sham e pronta ad agire. Ma negli ultimi mesi i terroristi diradano i contatti con la donna

Terrorismo, fermata un'alessandrina di 26 anni

Tutto nasce da una segnalazione dei turchi: nell'Alessandrino c'è una potenziale cellula terroristica. Una giovane donna, Lara Bombonati, 26 anni, (nata a Milano ma residente a Garbagna con la famiglia) e il marito Francesco Cascio, vengono espulsi dalla Turchia dopo l'arresto. Da quel momento i loro passi vengono tracciati costantemente dagli inquirenti italiani. E' la Procura di Torino, la Dda, con Armando Spataro e Antonio Rinaudo, a seguire - via intercettazioni telefoniche e ambientali - tutti i movimenti e i contatti della Bombonati. Durante le intercettazioni gli inquirenti scoprono che il marito sarebbe caduto (nel 2016) in battaglia in Siria. <Morto da martire>. Il cerchio inizia a stringersi attorno all'alessandrina. Azione che si conclude nella notte tra giovedì e venerdì a Tortona dove la Procura torinese blocca con un provvedimento restrittivo Lara Bombonati. Il blitz a casa della sorella. La 26enne è accusata di aver partecipato a un'associazione che si propone il compimento di atti di violenza con finalità di terrorismo con il battaglione qaedista. Lara, che da alcuni anni è diventata Khadija, si è convertita all'Islam dopo aver lasciato la casa di Garbagna (frazione San Vito). Poi la sua propensione alla causa jihadista. I genitori ne avevano denunciato la scomparsa il 13 ottobre 2016. Lara per molto tempo sarebbe stata una figura importante del gruppo terroristico Ha'yat Tahrir Al-Sham. Lo stesso che lo scorso febbraio aveva rivendicato attentati contro strutture sia civili che militari a Homs e Damasco. Perché importante? Perché dal suo comandante militare avrebbe avuto, ad esempio, l'incarico di trasferire documenti dalla Siria alla Turchia. Una fiducia arrivata dopo addestramenti mirati: marito e moglie, infatti, avrebbero dovuto essere in grado di sopportare eventuali arresti e pressioni. Negli ultimi tempi, però, sembra che il gruppo terroristico abbia diradato i contatti con la 26enne, forse coscienti dell'eventualità di un'azione mirata da parte delle forze dell'ordine. La giovane è rinchiusa alla Vallette di Torino, in un reparto speciale. I Pm hanno emesso il provvedimento di fermo che dovrà essere convalidato nelle prossime ore.  L'indagine della Procura di Torino non è ancora chiusa, si dovranno analizzare tutti i contatti di Khadija.  

LE ULTIME NOTIZIE
Nove gol all'Under 21 del Lugano, con tris di Gonzalez. Nicco e Giosa ko

Nove gol nel test con l'Under 21 del Lugano. Ma Nicco e Giosa sono ko

9 gol all'U21 del Lugano, Nicco e Giosa ko

23 Luglio 2017 alle 20:30

Cresce il livello dell'avversario, ma l'Alessandria segna sempre. "Volevamo questo tipo di squadra ...

C'è Gino Paoli a casa Tenco

Luigi Tenco morì 50 anni fa

Ricaldone

C'è Gino Paoli
a casa Tenco

22 Luglio 2017 alle 16:03

Gino Paoli, uno dei grandi amici-rivali di Luigi Tenco, arriva a Ricaldone, nell'Acquese, per ...

Drammatico schianto, tre morti

Pontecurone

Drammatico schianto,
tre morti

22 Luglio 2017 alle 10:02

Tragico incidente la scorsa notte a Pontecurone, sulla strada provinciale 93, verso Castelnuovo ...

Bocalon, da Terni nessun contatto. Russini, mano fratturata

Nessun contatto con la Ternana, per Bocalon c'è la Salernitana, ma ancora senza proposte concrete

Bocalon, da Terni nessun contatto. Russini: frattura

22 Luglio 2017 alle 20:46

Riccardo Bocalon è molto dentro il gruppo. Quello grigio: anche se da Terni danno per imminente ...

Balla&Vinci, Loriano e Marika la coppia più votata

Le coppie finaliste, ieri sera alle piscine di Valmilana

Il concorso

Balla&Vinci, Loriano
e Marika la coppia regina

21 Luglio 2017 alle 16:48

L'atto finale di Balla&Vinci: dopo quattro settimane di pubblicazione del coupon sul 'Piccolo', le ...

Ipotesi alluvione: in una mappa le strutture a rischio

Nella foto accanto è raffigurata una carta del rischio di alluvioni (Autorità di Bacino, Aipo, Regione e Arpa) che individua gli scenari ipotizzati in caso di emergenza

L'inchiesta

Ipotesi alluvione:
le strutture a rischio

21 Luglio 2017 alle 15:08

Che molto sia stato fatto dallo Stato per limitare i rischi in caso di esondazione lo abbiamo ...

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati