Martedì 18 Dicembre 2018

Le inchieste

Il fiume, i rischi per la città e le nostre colpe

Il fiume, i rischi  per la città e le nostre colpe

Il Tanaro in piena lo scorso novembre

Puntare il dito sul Tanaro, o sulle piogge, identificandolo come il colpevole delle ormai frequenti esondazioni è quantomeno
azzardato. Perché i mali del fiume sono legati alla  forte antropizzazione (l'insieme degli interventi dell’uomo sull’ambiente naturale, con lo scopo di trasformarlo, adattarlo o anche alterarlo) che ha coinvolto tutta la valle.
Con l’edizione di oggi inizia la pubblicazione di una serie di pagine a tema, dal titolo: ‘Le inchieste del Piccolo’. Cominciamo con il fiume.

Il fatto che Alessandria, così come Asti, si sia sviluppata nella sua zona di espansione, è una realtà con cui dobbiamo fare i conti.
E il simbolo del pericolo sono proprio gli argini, emblema del rischio che corre la città quando il Tanaro è in piena. Cosa che accade spesso

LE ULTIME NOTIZIE
Maltese, 50 giorni out. Checchin, lavoro differenziato

45/50 giorni di stop per Maltese per la lesione al bicipite femorale

Calcio - Grigi

Maltese, 50 giorni out. Checchin: differenziato

18 Dicembre 2018 alle 18:48

Un mese e mezzo senza Maltese. Per il centrocampista uno stop lungo: gli accertamenti hanno ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati