Giovedì 23 Novembre 2017

Calcio - Grigi

Giocatori fuori posizione e assenti. Solo Bellomo si fa sentire

Nel disastro generale si salvano solo i cambi nella ripresa

Alessandria - Livorno

Faccia a faccia tra squadra e tifosi dopo il triplice fischio

Agazzi: Incolpevole: Imparabile il missile di Maiorino, come pure il raddoppio di Vantaggiato. Intuisce il rigore, ma non riesce a intercettarelo. I suoi rinvii, però, continuano a causare brividi, come alcune uscite in cui finisce per scontarsi con i compagni: 5.5

Casasola: Ingenuo: L'intervento che causa la terza rete, dalle immagini un po' dubbio, è però di una ingenuità disarmante, che palesa qualche limite in fase difensiva. Nella ripresa è fra quelli che almeno abbozzano una timida reazione: 5.5

Giosa: Impotente: a leggere il tabellino della gara, il duello con Vantaggiato è nettamente perso. Anche se il punteggio potrebbe avere dimensioni ancora più pesanti senza alcuni recuperi. Anche nel raddoppio livornese, quasi gli riesce di andare a prendere l'attaccante: 5.5

Piccolo: Monotono: In tutti i 90 minuti, a parte un paio di chiusure, il suo compito sembra essere solo quello di lanciare palla in avanti, senza una idea ben precisa di gioco, per scavalcare il centrocampo. Però quando il Livorno riparte, e va a raddoppiare, neppure lui c'è: 5

Sestu: Spompato: Insistere ad affidare anche compiti di copertura ad un giocatore che serve dalla cintola in su ha il suo effetto di esaurire le sue energie e di renderlo, di fatto, ininfluente nella fase offensiva. In una linea a 5 farà, sempre molta fatica e peserà poco: 5

Fischnaller: Reattivo: (dal 1'st): come gia a Piacenza, il suo ingresso coincide almeno con un pallido segnale di vita dopo il nulla e il disastro della prima frazione. Cerca la profondità, un paio di volte la trova anche, ma è comunque isolato in una squadra slegata: 6

Cazzola: Incerto: Dà la sensazione di non sapere cosa fare o, comunque, anche sapendolo, di non riuscire a farlo. Anche quando la manovra parte da dietro, fatica a proseguirla e Luci e Pirrello hanno vita ancora più facile. Qualcosa in più quando si passa al 4-2-4, ma troppo poco: 5

Nicco: Determinato: (dal 36'st) Entra convinto che, anche con dieci minuti a disposizione, comunque si può dare una scossa, anche se piccola. Quandova al tiro, al 40', e segna, la bandierina del fuorigioco si è già alzata. Ma almeno non è assente come la maggioranza: ng

Gazzi: Inconsistente: se uno, nella sua carriera, è stato un interditore, non può diventare un costruttore di gioco solo pèerché, dalla A, scende in C. Non può fare compiti che non gli appartengono, il rischio è di perdere palloni pesanti ed esporre se stesso a brutte figure e la squadra a rischi: 5

Bellomo: Vivo: (dal 18'st) in una gara come quella di questa sera è una rarità essere vivi e presenti, con gambe e testa. Lui lo è: dopo due minuti colpisce la traversa da punizione, obbliga Mazzoni a tre interventi decisivi, ha giocate che, finalmente, mettono sotto pressione gli avversari: 6.5

Branca: Assente : I palloni persi si sprecano. Sempre un tocco di troppo che non serve, sempre un movimento inutile, sempre la fatica di provare almeno a intuire la giocata dell'avversario. Sono più i tocchi che favoriscono il Livorno che quelli che possono servire i compagni: 4.5

Celjak: Inadatto: Schierato a sinistra, e quindi fuori posizione, e a piede invertito. Già a destra aveva palesato difficoltà, figuriamoci come quinto a sinistra di una linea inesistente. Ci sono i suoi limiti, certo, e pesano, come pure, però, la scelta di proporlo in quel ruolo: 4.5

Gonzalez: Inconcludente: Il primo, e fra i pochissimi, a scaldare le mani a Mazzoni è lui, ma non basta un colpo di testa a salvare una prestazione in cui sbaglia troppo per ostinazione e perché non è uno che può fare reparto da solo. Sbaglia passaggi e movimenti che, l'anno scorso, erano scontati e naturali: 5.5

Marconi: Sterile: Una collezione di colpi di testa, di spizzate che, però, nessuno sfrutta. E, comunque, il contributo di un attaccante deve essere ben altro, ma diventa difficile per chi gioca sempre ad almeno 30 metri dalla porta e finisce almeno sei volte in fuorigioco: 4.5

Bunino: Limitato: (dal 18'st): La squadra ha bisogno di gol, anche sei suoi, ma come fa a segnare se viene utilizzato con il contagocce?  Serve più peso e più presenza in avanti: crediamo che sia stato acquistato anche per questo: 5.5 

LE ULTIME NOTIZIE
Alessandria Michele Marcolini

Prima giornata in grigio per Michele Marcolini: allenamento e presentazione

Calcio - Grigi

'Adattare i giocatori il meno possibile al modulo'

22 Novembre 2017 alle 20:27

Un esperto o un giovane? Quando si è trattato di scegliere il successore di Cristian Stellini, la ...

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati