Giovedì 20 Settembre 2018

Calcio - Grigi

"Un crocevia importante per cambiare la nostra stagione"

Con l'Arezzo inizia un trittico fondamentale. Stellini confermerà molti degli interpreti di Siena

Alessandria Stellini

Per Stellini "tre gare in sette giorni sono un passaggio cruciale" cruciale

"Due squadre che vivono un momento non semplice, ma noi giochiamo in casa e questo deve avere un peso. Perché i nostri tifosi sono un anello importante: devono essere una spinta e noi dobbiamo essere una spinta per loro". Cristian Stellini anticipa i temi di una partita fondamentale per due formazioni, Alessandria e Arezzo, che devono staccarsi dal fondo. Due formazioni che hanno la voglia, ma anche il bisogno di vincere. "Questa è la filosofia di ogni gara e con qualunque avversario, anche se adesso la filosofia conta poco: ci guardiamo in faccia sempre, ogni giorno, e sappiamo bene il valore della gara di domani, in cui ogni mezzo serve per i tre punti. Poi, come spesso accade, saranno gli episodi a decidere le sorti della sfida e, ultimamente, non ne abbiamo avuti di decisivi a nostro favore, ma dobbiamo continuare a cercarli in ogni angolo del campo e in ogni secondo della gara". Non  si sbilancia sulla formazione, ma indica le possibili scelte quando sottolinea che "la strada è quella delle conferme. Non abbiamo grandi riferimenti sull'avversario, che ha cambiato guida tecnica da poco, ma in una settimana di lavoro abbiamo aggiunto riferimenti su noi stessi. Possiamo anche immaginare cosa proveranno a fare domani i toscani (anche il cambio di modulo, 3-5-2 o 4-4-2, ndr), e noi abbiamo più idee, più armi, e tanti giocatori pronti. Abbiamo una vasta scelta e questo, per noi, è un vantaggio. La rifinitura ci aiuterà a individuare gli interpreti: a parte Giosa, che ha ripreso a correre due giorni fa, sono tutti pronti". Possibile fiducia a molti degli elementi di domenica a Siena. "Per il piglio, l'atteggiamento e il gioco una prestazione importante in casa della capolista. I giovani non sono stati una sorpresa, e la scelta di sette giorni fa è stata ponderata, per le loro capacità. Rispetto al 'Franchi', insisto, abbiamo più armi, perché abbiamo una consapevolezza diversa". Ospiti temibili dalla cintola in su.  "L'Arezzo ha giocatori di qualità, con Moscardelli, Corradi e D'Urzi, ma anche noi li abbiamo, e non pochi: per lo spettacolo del calcio è bello affrontarli, questi giocatori, e provare a batterli". Con l'Arezzo inizia un trittico di partite ravvicinate. "Una settimana fondamentale: alla fine di queste tre sfide si può trovare una classifica diversa, ed è proprio  ciò che noi cerchiamo. C'è la consapevolezza che è un crocevia importante per la nostra stagione"

LE ULTIME NOTIZIE
Alunni trasferiti, c'è il pulmino

La sede dell'istituto comprensivo

Tortona

Alunni trasferiti,
c'è il pulmino

18 Settembre 2018 alle 15:21

Per gli studenti della scuola media del Comprensivo B di Tortona, trasferiti in zona Dellepiane a ...

Impianto fanghi, iniziati i presidi

Un volantino del Comitato 3A

Ambiente

Impianto fanghi,
iniziati i presidi

18 Settembre 2018 alle 13:41

Oggi dalle 13 alle 14 e domani alla stessa ora, presidio del Comitato 3A davanti alla prefettura di ...

Opere pubbliche: zone industriali, nuovo decoro

Anche 150mila euro per la Passeggiata Sisto

Il piano

Le zone industriali
e il  nuovo decoro

18 Settembre 2018 alle 11:10

Un investimento di 300mila euro fino al 2021 «per restituire decoro alle zone industriali della ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati