Venerdì 27 Aprile 2018

Calcio - Stadio

La 'Vigilanza' al Moccagatta: la decisione solo domani pomeriggio

Dopo il sopralluogo di oggi e una riunione fino a pochi minuti fa, domani ancora una verifica

AGGIORNAMENTO ORE 20.40

Non c'è ancora una decisione per il Moccagatta per la gara con il Pisa: dopo il sopralluogo di oggi, la Commissione di Vigilanza si è riunita subito in Prefettura, con un secondo incontro nel tardo pomeriggio, concluso pochi istanti fa. Con la decisione di aggiornare il sopralluogo a domani alle 16.30, evidentemente per verificare alcuni interventi che sarebbero stati sollecitati nei settori da riaprire. La certezza è che Alessandria - Pisa si giocherà al Moccagatta, ma solo dopo la verifica di domani pomeriggio si conosceranno i termini per utilizzare lo stadio domenica sera. Se, cioè, sarà autorizzata la riapertura di rettilineo, settore ospiti e pitch view (non ancora della tribuna laterale scoperta), o solo di alcuni spazi. 

Le impresa hanno lavorato molto nelle due settimane tra il sopralluogo per la riapertura del Moccagatta e la riunione di oggi: tutti posizionati i seggiolini nel rettilineo e, quasi complementamente, anche nel settore ospiti. E le poltrone a bordo campo sono montate per almeno due terzi, ma è un intervento che non richiede molto per posizionare quelle ancora mancanti. Restano le 'sedute' nella tribuna scoperta, sopra la sede, settore che, almeno domenica, non sarà ancora utilizzabile. Dopo una lunga visita allo stadio, dalle 12.30 fino quasi alle 14, ispezionando più volte ogni angolo, la Commissione di Vigilanza si è riunita in Prefettura e, a metà pomeriggio, è atteso il verbale con l'indicazione esatta dei settori che saranno utilizzabili domenica sera contro il Pisa. Vi aggiorneremo su questo sito

LE ULTIME NOTIZIE
Un travaglio da record e Sofia nasce in casa

Sofia Minucci è nata il 23 aprile in un appartamento di via Buozzi, al quartiere Pista

La storia

Un travaglio da record
e Sofia nasce in casa

27 Aprile 2018 alle 10:17

«Non facciamo in tempo a raggiungere l’ospedale. Vorrà dire che partorirà in casa». Alle parole ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati