Sabato 20 Gennaio 2018

Calcio - Grigi

Gonzalez salta Pistoiese e derby. Il Gavorrano paga 500 euro

In Coppa Renate avanti ai rigori: affronterà la vincente di Alessandria - Albinoleffe

Alessandria Gavorrano

Due giornate di stop per Gonzalez, "per gioco violento con palla non a portata di gioco"

Come già domenica,  a caldo, Gonzalez continua a non capire perché l'arbitro gli ha mostrato il rosso senza avere un attimo di esitazione. Un rosso che gli costerà due giornate e gli farà saltare la gara casalinga con la Pistoiese e il derby esterno con il Cuneo, che ha scelto il nuovo tecnico, Viali, ex di Pro Piacenza due stagioni fa. La motivazione - "gioco violento su avversario con palla non a portata di gioco" - non dà, o almeno non darebbe, argomenti per un ricorso. Il giocatore non è nuovo a sanzioni per motivi simili, a Novara, nel 2015, tre turni sempre per aver colpito un calciatore dell'altra squadra con una dinamica simile. Secondo Favarin, tecnico dei toscani, quella nei confronti di  Gonzalez non avrebbe dovuto essere l'unica espulsione, ma i Grigi "picchiatori" ne avrebbero meritate altre, prima e dopo. E come  definirebbe, messer Favarin, le persone del Gavorrano che hanno danneggiato la porta delo spogliatoi e, per questo la società verserà 500 euro (la multa)? Più che picchiatori, maleducati e irrazionale.

La testa è già alla Pistoiese, prima tappa di un altro trittico impegataivo che ha, in mezzo,  mercoledì 13, alle 20.30, al Moccagatta, la gara degli ottavi di finale di Coppa Italia. Avversario il Renate, che nella prima delle otto partote ha battuto il FeralpiSalò: 1-1 nei tempi regolamentari, 5-3 dal dischetto

LE ULTIME NOTIZIE
Bellomo è tornato in gruppo. Della Rocca? Se sta bene

Nicola Bellomo è tornato a lavorare alla Michelin con il gruppo

calcio - grigi

Bellomo in gruppo: Salerno si allontana

19 Gennaio 2018 alle 18:49

Il permesso di Nicola Bellomo è finito. Iniziato il 2 gennaio, per permettere al trequartista di ...

Preso il boss: era latitante da due anni

Il colonnello Enrico Scandone, al centro, il tenente colonnello Giuseppe Di Fonzo, a destra, e il tenente colonnello Giacomo Tessore

Spinetta Marengo

Preso il boss: era latitante
da due anni

19 Gennaio 2018 alle 11:16

Hanno lavorato duro i carabinieri del Nucleo investigativo del Reparto operativo del Comando ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati