Martedì 20 Febbraio 2018

Albergo o residenza per anziani? Il processo

Davanti al giudice le legali rappresentanti dell'albergo Ristorante dei Fiori (Ponzone) e un medico. L'accusa: 'Esercizio abusivo della professione'

Albergo o residenza per anziani? Il processo

Sono accusati di esercizio abusivo della professione. A processo sono: Lorenza Canepa, 57 anni, Ponzone; Giovanna Giachero, 57 anni, anche lei di Ponzone; e Mauro Anselmi, 64 anni, Acqui Terme. Secondo la Procura, le donne, quali socie e legali rappresentanti della società Albergo Ristorante dei Fiori snc, con sede in Ponzone, regione Chiappino, via dei Cascinali, e Mauro Anselmi quale medico di base degli anziani ospiti nella struttura <Esercitavano abusivamente la professione di infermiere professionale per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato. In particolare, Canepa e Giachero, benché prive della qualifica di infermiere professionale e comunque di qualsiasi titolo abilitativo, nella loro qualità di proprietarie della struttura ricettiva, di fatto convertita in residenza per anziani anche non autosufficienti, provvedevano in maniera continuativa alla preparazione e alla somministrazione dei medicinali prescritti dal dottor Anselmi, agli anziani ospiti presenti in albergo. L'Anselmi, nella sua qualità di medico chirurgo e medico di base degli anziani ospiti della struttura consentiva che la preparazione e la somministrazione dei farmaci prescritti ai suoi assistiti fosse effettuata dalle proprietarie  benché prive di abilitazione>. I fatti risalgono al periodo tra il giugno 2012 e il giugno 2013. Le proprietarie dell'albergo, che ora ha cambiato sede, sono difese dall'avvocato Massimo Grattarola. Il medico è assistito dall'avvocato Cristina Manfrinetti.
Questa mattina, in Tribunale ad Alessandria si è svolta un'udienza durante la quale sono state ascoltate alcune delle anziane signore trovate nella struttura dai carabinieri del Nas intervenuti per un controllo dopo una segnalazione anonima. Giudice, Pm e avvocati hanno ascoltato la testimonianza di una 91enne che ha spiegato di essere stata nella struttura in questione due anni, <Quattro anni fa – ha specificato l'anziana –. Ho avuto due infarti e due piccoli interventi e non potevo più stare da sola. Il dottor Anselmi è il mio medico curante dal 2000, mi ha assistito sempre allo stesso modo, sia a casa che in albergo dove ero in stanza da sola>. Di diverso avviso le difese. <Secondo l'accusa, l'albergo – spiegano i legali – sarebbe stato trasformato in struttura per anziani (tutti autosufficienti) solo perché ne ospitava alcuni da un po' di tempo. Invece, si tratta semplicemente di un albergo che ospita persone anziane anche per qualche mese, questo non vuol dire che sia una residenza per anziani. Quando è scattato il controllo erano presenti anche una mamma con i bambini>. Il processo è stato rinviato al 7 maggio per l'esame degli imputati e la discussione. Sarà il giudice a dover chiarire la posizione dei tre. 

LE ULTIME NOTIZIE
Alessandria Gatto

Niente semifinale di andata con il Pontedera per Emanuele Gatto, squalificato come anche Ranieri

Calcio - Grigi

'La Coppa Italia ci può avvicinare di più ai playoff'

19 Febbraio 2018 alle 22:55

La quarta semifinale di Coppa conquistata dall’Alessandria nella sua storia. Non ha il fascino ...

Alessandria Moccagatta

In fila già prima delle 10, i tifosi hanno vissuto un compleanno speciale al Moccagatta

l'evento

Il compleanno nel 'Mocca': invasione di tifosi

18 Febbraio 2018 alle 13:17

Sono arrivati ben prima delle 10, in fila per il viaggio speciale dentro il Moccagatta. Un ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati