Giovedì 19 Luglio 2018

Calcio - GRigi

'In questo momento è la gara più importante per noi'

Marcolini chiede 'circolazione più veloce di palla e intensità offensiva'

A Pontedera, domani, la gara più importante della stagione? "In questo momento, sicuramente, la è. Più importante perché ci può avvicinare ad un obiettivo che vogliamo. C'è la giusta tensione e la giusta attenzione, la determinazione, la voglia. Può essere un traguardo storico, per noi indubbiamente lo è. Anche per il Pontedera, però". Marcolini lo ripete, lo 0-0 di gara 1 non è un brutto risultato, "siamo tutte e due al 50 per cento, come due settimane fa. Come si aumenta la percentuale a nostro favore? Con il giusto approccio, con la copertura degli spazi, con la capacità di gestire i momenti decisivi". Contro una squadra che sta bene e che nel mese di febbraio ha subito solo due reti . "Aver saltato l'impegno con l'Arzachena ci ha fatto risparmiare energie, fisiche e mentali, che avremo a disposizione domani. Alla pari con i nostri avversari. La neve, un po' ovunque, ha fatto allenare la maggior parte delle squadre sul sintetico. Noi abbiamo la fortuna di avere un centro come CentoGrigio in cui anche il campo al coperto ha dimensioni più che valide per il lavoro. E già ieri siamo tornati  su un campo vero". Che è un bel sintetico rispetto a quello di Pontedera. Dove domani pioverà, secondo le previsioni. "Credo che sarà simile a quello di dieci giorni fa con il Prato. Il rischio è di prendere qualche scivolata: è successo a noi un paio di volte e anche ai toscani. Le difficoltà ci sono per tutti, non devono essere un alibi". Senza Fissore out per venti giorni. "Mi dispiace per il ragazzo, che mette sempre tutta la sua energia. Non avremo lui e Cazzola. Marconi? E' recuperato, sta a noi decideremo quanto è il momento migliore per rimetterlo al suo posto". All'andata il Pontedera era stato bravo a togliere punti di riferimento. "La vera difficoltà ce la siamo creata noi, con una circolazione di palla molto lenta. Obbligatorio che sia più veloce, come siamo capaci di fare, perché altrimenti una squadra che gioca a 5, come il Pontedera, occupa tutti gli spazi e diventa difficile passare e aggirarli". Altra richiesta di Marcolini, "alzare l'intensità nella fase offensiva". Ampi servizi sulla semifinale di Coppa nell'edizione del Piccolo di domani 

LE ULTIME NOTIZIE

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati