Mercoledì 24 Aprile 2019

Cronaca

Da nove mesi segregata in casa

Donna di 48 anni prigioniera in un appartamento in via Brescia

Da nove mesi segregata in casa

Un'auto della polizia municipale

Era  costretta a vivere chiusa in una stanza. Per fortuna, venerdì, una  donna di 48 anni è stata salvata  dalla Polizia municipale di Alessandria. E' successo in città, in via Brescia, dove in pochi metri quadrati la signora era costretta a vivere, coi suoi due cani, senza né luce né acqua né telefono. A segregarla  un uomo di 37 anni di Cremona, che l'ha costretta in quell'appartamento per circa 9  mesi. La poveretta usava il letto come bagno e proprio l’odore nauseabondo ha insospettito i vicini di casa. Dopo la segnalazione del proprietario dell’immobile, l’intervento dei vigili. Secondo quanto emerso,  la famiglia della donna, originaria di Carpi in provincia di Modena, la stava cercando da tempo. Forse col 37enne c'era una relazione, nata in chat. Lui ora è denunciato per sequestro di persona. Seguiranno sviluppi.

LE ULTIME NOTIZIE

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati