Sabato 16 Febbraio 2019

Il caso

Caccia, il governo impugna la legge regionale

Caccia, il governo impugna la legge regionale

Il presidente di Federcaccia Piemonte, Bruno Morena, col ministro Erika Stefani

Non è ancora finita la partita sulla nuova legge piemontese sulla caccia: nei giorni scorsi, infatti, il consiglio dei ministri l’ha impugnata davanti alla Corte Costituzionale per incostituzionalità di alcuni articoli.

«Come più volte ribadito - commenta il presidente regionale di Federcaccia, l’alessandrino Bruno Morena - la nuova legge regionale sull’attività venatoria, oltre ad evidenziare un impianto dettato da pregiudizi anticaccia che nulla hanno a che vedere con la gestione della fauna selvatica, in particolare su restrizioni che vietano alcune specie che, senza alcuna ragione tecnica e scientifica, contrastano in modo palese con la legge nazionale 157/92, penalizza in modo discriminante i cacciatori del Piemonte rispetto ai colleghi delle altre regioni».

Sul 'Piccolo' in edicola tutti gli approfondimenti. 

LE ULTIME NOTIZIE

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati