Lunedì 22 Ottobre 2018

Nel mirino stalle, macellazione e salumifici

Controlli del Nas anche nell'Alessandrino, carenze e sanzioni

Nel mirino stalle, macellazione e salumifici

Carenze igienico sanitarie, registri non aggiornati riguardo i trattamenti farmacologici, oltre ad altre violazioni hanno portato i carabinieri ad emettere quindici sanzioni. I carabinieri del Nas di Alessandria, nell’ambito della strategia di contrasto al fenomeno dell’utilizzo illecito di steroidi e farmaci vietati in zootecnia, disposta dal Gruppo Carabinieri per la Tutela della Salute di Milano, ha concluso un vasto piano di controllo agli allevamenti, impianti di macellazione e salumifici nelle province di Alessandria, Asti e Cuneo, durato cinque mesi. Con la collaborazione dei servizi veterinari delle locali Autorità sanitarie, i militari hanno eseguito mirate attività ispettive presso allevamenti bovini da carne e da latte, allevamenti suini, allevamenti avicunicoli, impianti di macellazione e salumifici. In particolare, sono state controllate 26 aziende agricole della Provincia di Cuneo, quattro della provincia di Alessandria e ulteriori quattro della provincia di Asti. Nel corso degli accertamenti sono stati effettuati prelievi di urine, uova, mangimi completi, muscolo di bovino e suino, frattaglie ed insaccati vari, sottoposti ad esami di laboratorio volti alla verifica della presenza di sostanze non consentite dalla legge, la cui ingestione potrebbe causare danni alla salute del consumatore. Nel complesso le violazioni maggiormente accertate hanno riguardato le carenze igienico-sanitarie e strutturali dei locali adibiti alle attività di allevamento e macellazione; il mancato aggiornamento dei registri dei trattamenti farmacologici e delle scorte dei medicinali da parte degli allevatori e dei veterinari d’azienda; il mancato rispetto delle condizioni di benessere di un gruppo di scrofe gravide che, in particolare, sostavano nei box di gestazione che non garantivano lo spazio minimo libero richiesto dalla normativa di settore. Sono state elevate 15 sanzioni per un valore complessivo di circa 100 mila euro.

LE ULTIME NOTIZIE

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati