Sabato 16 Febbraio 2019

Fubine

Infortunio mortale: due indagati

Il dramma ieri, lunedì, in strada Franchini: la vittima colpita alla schiena da un pino

E' stato un attimo. Quella frazione di secondo che decide tra la vita e la morte. E ieri, lunedì 21 gennaio, è andato proprio tutto storto a Fubine, in strada Franchini, la zona dove Pier Franco Antonioli, 74 anni, e l'amico Giulio Scaringelli, 44 anni, stavano tagliando alcune piante che lo stesso Comune aveva segnalato come pericolose. Pini su una scarpata che dà sulla strada. Il dramma si è verificato durante il taglio della nona pianta. I due l'avevano imbragata con una carrucola artigianale. Scaringelli nella parte bassa della piccola scarpata con il colpito di segare il tronco alla base, Antonioli poco più in alto. L'imponderabile a taglio avvenuto: il pino ha preso una direzione imprevista, anomala. E il 74enne non è riuscito, nonostante abbia tentato, a scappare, a spostarsi, magari lateralmente, per quel tanto che sarebbe bastato per salvarsi. Invece quel ramo pesante che si era appena spezzato lo ha colpito alla schiena. L'uomo si è ripreso, inizialmente sembrava non fosse una lesione grave. Invece, prima che arrivasse l'ambulanza il cuore di Pier Franco Antonioli ha cessato di battere. Sarà l'autopsia a stabilire l'esatta causa della morte. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Fubine, diretti dal maresciallo maggiore Gozzani, i medici del 118, e i tecnici dello Spresal di Alessandria. L'inchiesta, coordinata dalla Procura di Vercelli, dovrà chiarire cosa è accaduto lunedì, alle 16.30, in quell'angolo di Monferrato. Al momento due persone sono sotto inchiesta: ipotesi di reato, omicidio colposo. Si tratta di Giulio Scaringelli, assistito dagli avvocati Laura Pianezza e Vittorio Spallasso, e Maria Grazia Gotta, 80 anni, di Grugliasco, proprietaria del terreno dove è avvenuta la tragedia.    

Sul posto, lunedì, anche il sindaco di Fubine, Lino Pettazzi, e alcuni consiglieri che hanno seguito tutte le operazioni si soccorso e i successivi accertamenti investigativi e tecnici. Per procedere al taglio delle piante, Giulio Scaringelli, che abita a Fubine, aveva chiesto l’autorizzazione al sindaco che aveva emesso un’ordinanza di chiusura della strada proprio per permettere le operazioni nella scarpata laterale di strada Franchini. Provvedimento per tutelare la circolazione stradale e l’incolumità pubblica: era disposta per i giorni 21,22 e 23 gennaio, dalle 15.30 alle 17.30. 
Pier Franco Antonioli lascia la moglie, Franca Reposio, e il figlio Roberto. Il 74enne aveva fatto parte del gruppo folcloristico dei “Sunadur dal ravi” ovvero i suonatori di zucca.

LE ULTIME NOTIZIE

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati