Venerdì 26 Aprile 2019

Calcio - Grigi

"In un derby le motivazioni contano più della classifica"

Ancora fuori Chiarello, Gatto, Coralli e Delvino che, però, da domenica rientra

"Importante e stimolante". Basteranno questi due aggettivi per caricare l'Alessandria alla vigilia di un derby che, classifica alla mano, conta sicuramente più per il Novara, alla ricerca della matematica per i palyoff e, poi, per provare a migliorare la posizione. Perché, lo dice bene Alberto Colombo, "psicologicamente per noi non è un momento facile: il divario dal possibile ultimo obiettivo, il 10° posto, è rimasto intatto rispetto a quanto era prima della partita con l'Arezzo. Dobbiamo migliorare nell'atteggiamento, imparare che qualunque cosa avvenga, di positivo o di negativo durante la partota, non ci deve condizionare, soprattutto dal punto di vista mentale. Contro l'Arezzo questop non è accaduto, almeno non per tutti, ed è l'area di miglioramento di questa squadra, ciò che dobbiamo ricercare con il lavoro". Il peso diverso della gara di domani non conta per Colombo, "è un derby e, per questo, ha lo stesso valore per tutte e due le squadre. Naturalmente anche per le tifoserie. Una partita da combattere, che dovremo affrontare con il rispetto per un'altra grande squadre, ma anche con il carattere e con la pressione positiva che una partita del genere determina. Dobbiamo giocarcela con la voglia di dimostrare che anche noi siamo squadra come il Novara". Si giocherà sul sintetico e gli azzurri sono più abituati. "Qualche vantaggio c'è, soprattutto se sarà una giornata di pioggia, perché cambierà la velocità della palla. Ma più di tutto, più del fondo o del clima, fa la testa: se ci si presenta con la mentaltià giusta, con attenzione e voglia di soffrire, potremo fare la nostra prestazione". I quattro forfait di lunedì sera restano: indisponibili Chiarello, Gatto, Coralli e Delvino, "anche se per il difensore c'è una buona notizia: gli accertamenti a cui è stato sottoposto hanno escluso problemi muscolari e. quindi, da domenica, quando riprenderemo a lavorare, sarà di nuovo in gruppo". Agostinone disponibile e con più minuti? "Certo, ed è una opzione di cui tenere conto in una partita delicata come questa. Anche se non ha il minutaggio completo, poter contare su di lui, part time, per questa squadra è una risorsa, Perché possiamo avere solo giovamento da più esperienza dietro". Da escludere, però, che con Agostinone in campo si passi ad una difesa a 4. "Lavoriamo sempre con tempi ristretti, non c'è il tempo, ma neppure l'opportunità per fare cambiamenti. Insistiamo con ciò che stiamo provando ogni giorni. Non è per un errore che si cambia. Piuttosto, io mi lamento del fatto che, andati sotto con l'Arezzo, qualcuno abbia smesso di giocare. Non si cambia mai filosofia o atteggiamento per uno sbaglio, si continua a giocare, come stiamo provando a fare ogni giorno". Un paio di ballottaggi aperti: tra i pali, dove può essere il turno di Pop, preferito a Cucchietti che sembra destinato a rientrare alla base, a Torino. Anche in mezzo tre per due maglie, Checchin, Maltese e Tentoni. E in attacco, con Coralli fuori causa, può essere di nuovo la gara di Akammadu dall' inizio

LE ULTIME NOTIZIE

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati