Sabato 25 Maggio 2019

Omicidio Rivalta Bormida

Luciano Assandri incontra la figlia in carcere

Oggi l’autopsia sul corpo di Diego, e domani udienza di convalida dell’arresto. Accertamenti tecnici affidati ai Ris

Luciano Assandri incontra la figlia in carcere

Luciano Assandri ha ricevuto la visita della figlia Ilaria. In carcere. Con lei anche i due avvocati incaricati di difenderlo. Intanto, oggi pomeriggio (venerdì), verrà eseguita l’autopsia sul cadavere di Diego, aveva 39 anni, ed era il figlio di Luciano.

Il pubblico ministero, Andrea Zito, ha affidato l’incarico al dottor Matteo Luison che dovrà anche estrarre il terzo proiettile. Gli altri due sono entrati all’altezza del cuore e subito fuoriusciti. Sono stati disposti anche gli esami tossicologici.

Domani (sabato) ci sarà l’udienza di convalida dell’arresto. Al momento, Luciano Assandri è in carcere, guardato a vista, come disposto dal pubblico ministero, per evitare che commetta un gesto estremo contro se stesso. Tutti gli accertamenti tecnici, invece, soprattutto riferiti all’utilizzo dell’arma, un revolver calibro 38, saranno affidati ai Ris di Parma.

Luciano Assandri ha sparato al figlio quattro colpi di pistola (uno è andato a vuoto) nella villetta di famiglia a Rivalta Bormida. Un gesto drammatico, un raptus dettato da quindici anni di disperazione e tormento per quel figlio su cui pesava l’ombra della droga. Il pubblico ministero sta svolgendo accertamenti in merito al comportamento tenuto dal 39enne nelle varie comunità dove era stato ricoverato per risolvere i problemi legati alla tossicodipendenza.

L’ultima lite mercoledì mattina: sembra che Diego Assandri abbia chiesto “ancora” soldi al padre. Stava per partire, destinazione Iesolo dove avrebbe lavorato come stagionale. 

LE ULTIME NOTIZIE

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati