Martedì 12 Novembre 2019

GIORNALE DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA DAL 1925

Alessandria

Cavalcavia del Cristo: ecco come proseguiranno i lavori

Cavalcavia, domani la chiusura del cantiere

Immagine d'archivio

ALESSANDRIA – Proseguono i lavori di riparazione del parapetto nord del cavalcaferrovia di viale Brigata Ravenna. Fino al 21 giugno si continua con la demolizione del tratto di marciapiedi, il taglio del sede stradale e lo scavo per alloggiamento della fondazione de guard rail, dispositivo imposto da Rfi in forza della normativa sui cavalcaferrovie stradali, rimozione della recinzione in ferro e trasporto in officina per la necessaria riparazione.

Durante la notte tra sabato 22 e domenica 23 e tra domenica 23 e lunedì 24 giugno si eseguiranno le lavorazioni in notturna (dalle mezzanotte alle 6) per la rimozione delle lastre di fibra di amianto sul lato esterno del parapetto. L’intervento, per essere eseguito in sicurezza, necessita dell'interruzione della corrente elettrica sulla ferrovia con conseguente blocco dei treni. L’intervento prevede l’utilizzo di una piattaforma aerea con cestello previa installazione di un dispositivo laser che garantisca la sicurezza di non danneggiare i cavi elettrici ferroviari.

Da martedì 25 giugno a martedì 2 luglio ci sarà la posa dell’armatura in ferro per le fondazioni del guard rail con predisposizione degli agganci per il trabattello che sosterrà il pannello di sicurezza verso la ferrovia nella successiva fase, mercoledì 3 luglio il getto delle fondazioni. Per poter eseguire il getto in sicurezza risulta necessario chiudere la corsia di ingresso al rione Cristo dalle 13,30 alle 17,30. La corsia in uscita sarà invece mantenuta così come il passaggio pedonale e ciclabile. Il percorso alternativo per l’ingresso al rione è garantito dal sottopasso di via Maggioli, dalla tangenziale, e da Casalbagliano.

Da giovedì 6 a sabato 15 luglio la realizzazione in officina eil montaggio in cantiere del trabattello di sicurezza. Da lunedì 17 a mercoledì 19 luglio il trasporto in cantiere dei pannelli protettivi in legno con interposta lastra di mica (materiale ad elevata protezione contro le scariche elettriche) e la predisposizione di quanto serve per il posizionamento in notturna dei pannelli protettivi.

Durante le notti tra giovedì 20 e lunedì 24 luglio si eseguiranno le lavorazioni in notturna (dalle 24 alle 6) per l’installazione dei pannelli protettivi lato ferrovia sul primo tratto (sono previsti 4 tratti operativi da 16 metri cadauno), vincolati al trabattello montato sul lato strada. Anche in questo caso, l’intervento per essere eseguito in sicurezza, necessità di interruzione della corrente elettrica sulla ferrovia con conseguente blocco dei treni.

Dal 24 luglio al 31 agosto sarà demolito e ricostruito il parapetto esistente e sistemata la recinzione.

Durante le notti tra sabato 31 agosto e mercoledì 4 settembre si eseguiranno le lavorazioni in notturna (sempre dalle 24 alle 6) per lo smontaggio dei pannelli protettivi e del trabattello sul primo tratto operativo, il montaggio del trabattello e la successiva installazione dei pannelli protettivi lato ferrovia sul secondo tratto operativo (sono previsti 4 tratti operativi da 16 metri cadauno), vincolati al trabattello montato sul lato strada. Anche in questo caso, l’intervento per essere eseguito in sicurezza, necessità di interruzione della corrente elettrica sulla ferrovia con conseguente blocco dei treni;.

Dal 4 settembre al 28 settembre la demolizione e la ricostruzione del parapetto esistente sul secondo tratto, la sistemazione della recinzione sopra il parapetto.

Durante le notti tra sabato 28 settembre e giovedì 3 ottobre si eseguiranno le lavorazioni in notturna (dalle 24 alle 6) per lo smontaggio dei pannelli protettivi e del trabattello sul secondo tratto operativo, il montaggio del trabattello e la successiva installazione dei pannelli protettivi lato ferrovia sul terzo tratto operativo (sono previsti 4 tratti operativi da 16 metri cadauno), vincolati al trabattello montato sul lato strada. Anche in questo caso, l’intervento per essere eseguito in sicurezza, necessità di interruzione della corrente elettrica sulla ferrovia con conseguente blocco dei treni.

Dal 3 al 28 ottobre la demolizione e la ricostruzione del parapetto esistente sul terzo tratto e la sistemazione della recinzione sopra parapetto.

L’interruzione della linea elettrica e conseguentemente del traffico ferroviario dopo il 28 ottobre dovrà essere concordata con Rfi. La disponibilità dell’ultimo blocco di date per il completamento del quarto tratto operativo saranno disponibili a giorni.

RFI, durante l’ultimo incontro per la definizione delle chiusure notturne, ha evidenziato la necessità di realizzare il guard rail anche sul lato sud e questo per ovvie esigenze di sicurezza. La richiesta è stata formalizzata al Comune ed è stata fatta una perizia di variante che risulta in corso di valutazione e approvazione in funzione della finanziabilità della stessa. Qualora nelle prossime settimane venisse dato il via libera alla variante si procederà alla realizzazione del guard rail sul lato sud. Tale opera necessita di instaurare sul cavalcavia un senso unico alternato gestito da semaforizzazione di cantiere (è prevista anche la guardiania notturna per vigilare sul corretto funzionamento del dispositivo semaforico anche di notte) e l’interdizione del passaggio pedonale e ciclabile su quel tratto.

Le lavorazioni potranno essere eseguite nel mese di agosto con minimi carichi di traffico, verosimilmente a partire dalla prima settimana e fino al 28 agosto, sempre se il via libera dell’Amministrazione avvenga in tempo utile, una scelta è dettata dall’ipotesi di creare il minimo impatto sulla circolazione sia veicolare che pedonale.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Tempo reale

"Vincenti ha confessato". Parole poi confermate al Gip

09 Novembre 2019 ore 09:29
Tempo reale

Tragedia di Quargnento:
la svolta, nella notte il fermo

08 Novembre 2019 ore 22:29
.