Il caso

Chiesta la cassa integrazione straordinaria per l’Ilva

Chiesta la cassa integrazione straordinaria per l’Ilva

La richiesta dei commissari dell’Ilva di collocare circa 150 dipendenti dello stabilimento siderurgico di Novi Ligure in “cassa integrazione straordinaria in amministrazione straordinaria” preoccupa fortemente i lavoratori, che ieri sono stati convocati in assemblea dai delegati sindacali per informarli sulla richiesta e per sentire le loro opinioni in merito, in vista dell’incontro convocato per lunedì a Torino.
La richiesta, per quanto se ne sa sino a oggi, in attesa di eventuali conferme dalla riunione di lunedì, deriva dal fatto che per effettuare le modifiche e gli interventi necessari per ottenere l’autorizzazione integrata ambientale per lo stabilimento di Taranto, l’acciaieria pugliese deve rallentare la produzione, quindi nei prossimi mesi fornirà meno rotoli di lamiera grezza da lavorare allo stabilimento di Novi Ligure, dove gli impianti dovranno fermare, si presume, per due settimane al mese.
Da questo la richiesta di cassa integrazione straordinaria in amministrazione straordinaria, ammortizzatore sociale istituito appositamente per l’Ilva e le grandi aziende in amministrazione straordinaria che non va a far comulo con altri ammortizzatori sociali, eventualmente in atto.
Nonostanate questo, i lavoratori sono fortemente preoccupati, perché la richiesta di cassa integrazione straordinaria con riduzione dello stipendio del 20% si aggiunge all’incognita della nuova proprietà.
A proposito della cessione dell’Ilva, i commissari straordinari Piero Gnudi, Enrico Laghi e Riccardo Carubba hanno smentito ai sindacalisti l’intenzione di prorogare il termine per la valutazione delle offerte presentate da due cordate sino alla fine del 2017.
La scadenza, secondo loro, resta quello di fine maggio. Per ora.
Per la cassa integrazione straordinaria i sindacalisti hanno preannunciato che saranno irremovibili nella richiesta di rotazione per i lavoratori dello stabilimento di Novi Ligure.
 

LE ULTIME NOTIZIE
C'è Gino Paoli a casa Tenco

Luigi Tenco morì 50 anni fa

Ricaldone

C'è Gino Paoli a casa Tenco

22 Luglio 2017 alle 16:03

Gino Paoli, uno dei grandi amici-rivali di Luigi Tenco, arriva a Ricaldone, nell'Acquese, per ...

Drammatico schianto, tre morti

Pontecurone

Drammatico schianto,
tre morti

22 Luglio 2017 alle 10:02

Tragico incidente la scorsa notte a Pontecurone, sulla strada provinciale 93, verso Castelnuovo ...

Balla&Vinci, Loriano e Marika la coppia più votata

Le coppie finaliste, ieri sera alle piscine di Valmilana

Il concorso

Balla&Vinci, Loriano
e Marika la coppia regina

21 Luglio 2017 alle 16:48

L'atto finale di Balla&Vinci: dopo quattro settimane di pubblicazione del coupon sul 'Piccolo', le ...

Ipotesi alluvione: in una mappa le strutture a rischio

Nella foto accanto è raffigurata una carta del rischio di alluvioni (Autorità di Bacino, Aipo, Regione e Arpa) che individua gli scenari ipotizzati in caso di emergenza

L'inchiesta

Ipotesi alluvione:
le strutture a rischio

21 Luglio 2017 alle 15:08

Che molto sia stato fatto dallo Stato per limitare i rischi in caso di esondazione lo abbiamo ...

La Restiani (Gruppo Total Erg) passa al fondo Ambienta

La sede della Restiani Spa ad Alessandria

aziende

La Restiani passa al fondo Ambienta

21 Luglio 2017 alle 15:25

La Restiani SpA (“Restiani” o la “Società”), la nota azienda di servizi per la gestione di impianti ...

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati