Giovedì 21 Marzo 2019

Il caso

Novi - Tortona tra contrasti e nuovi disagi

Novi - Tortona tra contrasti e nuovi disagi

Rete ferroviaria italiana è disponibile a collaborare con Trenord per prendere in considerazione la fattibilità di riapertura di stazioni ferroviarie (Cassano Spinola e Villalvernia) attualmente non operative per cercare di ridurre il disagio che deriverà ai pendolari la chiusura della tratta ferroviaria tra Novi e Tortona per 4 anni e 4 mesi.

Il punto della situazione che si verificherà tra poco più di due mesi è stato fatto nel corso di una riunione tecnica ospitata presso la sala consiliare del Comune di Novi alla quale hanno partecipato i rappresentanti dell’Associazione pendolari novesi presieduta da Andrea Pernigotti, di Assoutenti. Presenti anche il Commissario governativo per il terzo valico, Iolanda Romano, gli amministratori dei comuni di Novi Ligure, Pozzolo Formigaro e Tortona, i rappresentanti del Coordinamento pendolari di Tortona, di Rfi e dell’Ufficio stampa di Trenitalia.

Rammarico di tutti i presenti, sottolineato dall’introduzione iniziale del sindaco di Novi, Rocchino Muliere, è stato suscitato dall’assenza di rappresentanti di Regione Lombardia, Regione Piemonte e Trenord, considerati fondamentali per la piena operatività della riunione.

LE ULTIME NOTIZIE

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati