Domenica 24 Giugno 2018

Il caso

Un ricorso interrompe la vendita della Farmacia comunale

Un ricorso interrompe la vendita della Farmacia comunale

Un ricorso blocca le procedure di vendita della Farmacia Comunale di Novi Ligure e per il momento è stato posticipato a data da destinarsi l’atto notarile di compravendita che era fissato per le 9.30 di lunedì.

L’impenetrabile e un po’ stizzito riserbo in cui è avvolta la vicenda, per il momento non permette di conoscere né i firmatari del ricorso che hanno affidato la presentazione della pratica ad un legale, né il motivo.

Quest’ultimo, però, parrebbe sia da attribuire, secondo voci ricorrenti, alla presenza nella commissione dell’asta pubblica di Roberto Moro, l’ex dirigente del settore economico e finanziario di Comune di Novi Ligure, decaduto dal ruolo di dirigente in seguito alla sentenza del Consiglio di Stato che ha respinto il ricorso del Comune di Novi Ligure al riguardo della sentenza del Tar del Piemonte che nel 2016 ha annullato la graduatoria per un posto da dirigente dei servizi finanziari. Per quanto al momento è dato a sapere, secondo i ricorrenti, il Tar del Piemonte aveva già annullato la graduatoria che ha dato a Moro il ruolo da dirigente quando lo stesso è stato nominato presidente della commissione dell’asta pubblica per la vendita della Farmacia Comunale.

Nessun commento, per il momento da parte dell’amministrazione comunale le cui ultime puntualizzazioni al riguardo delle possibili interferenze del caso dirigente dei servizi finanziari sulla vendita della farmacia risalgono a martedì 20 giugno e sostengono, riportiamo testualmente:

“Fino a quando la sentenza del Consiglio di Stato, che impone la revisione della graduatoria del concorso pubblico per un posto di dirigente, non passerà in giudicato (60 giorni dalla notifica oppure sei mesi dopo la pubblicazione della stessa) gli atti firmati dall’attuale responsabile dei Servizi Finanziari del Comune hanno piena validità legale.

Nel momento in cui la sentenza verrà applicata, l’amministrazione comunale procederà a nominare un nuovo dirigente assicurando la continuità amministrativa.

Per questi motivi, quindi, è assolutamente priva di ogni fondamento la tesi secondo cui tale situazione potrebbe mettere a rischio la vendita della farmacia comunale o, comunque, interferire nel funzionamento della macchina comunale”.

Rallentare le procedure però, pare proprio di sì.

 

 

 

LE ULTIME NOTIZIE
LaMitica

Domani, alle 8.30, da Castellania, scatta LaMitica, ciclostorica con adesioni anche dagli Stati Uniti

L'evento

'LaMitica': in 200, da mezzo mondo, sulle strade del 'Mito'

23 Giugno 2018 alle 21:15

‘LaMitica’. Perché qui si vive il ciclismo leggendario. Qui tutto è ‘mito’ e leggenda: Fausto Coppi,...

Insularità, alla raccolta firme anche l'europarlamentare Stefano Maullu

Nella foto Emanuele Locci, presidente del Consiglio Comunale di Alessandria

la petizione

Insularità, raccolta firme al circolo sardo

23 Giugno 2018 alle 19:40

Il Circolo Sardo "Su Nuraghe" di Alessandria ha organizzato in adesione all'iniziativa promossa ...

Outlet dietro solo al Colosseo

Statistiche

Outlet dietro solo
al Colosseo

22 Giugno 2018 alle 15:14

La ricerca effettuata dall’Istat ha quasi del clamoroso: per numero di visitatori, l’outlet di ...

Alessandria Luca Di Masi

Il presidente tranquillizza i tifosi: 'Ancora più vicino alla squadra. Sono scelte imprenditoriali'e

di masi

'Scelta imprenditoriale, sarò più vicino ai Grigi'

22 Giugno 2018 alle 11:46

"Avevo parlato chiaro nelle due conferenze stampa, soprattutto sette giorni fa alla presentazione ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati