Sabato 22 Settembre 2018

Il caso

Ilva, altro sciopero se la proprietà non cambia idea

Ilva, altro sciopero se la proprietà non cambia idea

Mentre il governo e la società Am InvestCo Italy che ha acquistato l’Ilva cercano di riaprire il dialogo per trovare un’intesa ai problemi degli esuberi annunciati dall’azienda e del mantenimento dei diritti acquisiti dai lavoratori, messi a forte rischio dall’annuncio della cordata di Arcelor Mittal di voler usufruire delle norme del Jobs act, i dipendenti chiedono ai sindacalisti la linea dura.
Pur essendo disponibili a tornare sui propri passi, è stato annunciato un altro sciopero di otto ore per ogni turno di lavoro nella giornata di giovedì 19 ottobre, con manifestazione pubblica e corteo delle tute blu che partiranno dallo stabilimento Ilva per dirigersi verso il centro città.
Il concentramento con picchetto è previsto alle 5.30 di giovedì davanti alla portineria della ferriera: il corteo, aperto da dirigenti sindacali nazionali, attraverserà tutta la città, per concludersi in prossimità dei giardini pubblici.

LE ULTIME NOTIZIE
AgriBio rimandata: progetto da rifare

Una manifestante stamani in via Galimberti

Il caso

AgriBio rimandata: progetti da rifare

21 Settembre 2018 alle 14:10

Si dovranno attendere le decisioni ufficiali, ma secondo quanto emerso stamani in  Conferenza dei ...

Immobiliarista e giro di mafia

L'operazione

Immobiliarista
e giro di mafia

21 Settembre 2018 alle 11:12

La domanda che sorge spontanea suona più o meno così: chissà quanti, ora, tra ingegneri, architetti ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati