Martedì 18 Dicembre 2018

La crisi

Ilva, drastico ultimatum dei lavoratori

Ilva, drastico ultimatum dei lavoratori

«Se non cambierà, lotta dura sarà»: i lavoratori dell’Ilva e delle rappresentanze sindacali delle altre fabbriche della zona intervenute per esprimere solidarietà ai dipendenti dell’azienda siderurgica che rischiano di perdere il posto di lavoro e i diritti acquisiti, lo hanno urlato a squarciagola ieri mattina durante il tragitto del corteo dei lavoratori dell’Ilva in sciopero che è partito dallo stabilimento, ha raggiunto il centro, percorso via Girardengo, via Roma, via Verdi, corso Italia per arrivare ai giardini pubblici per l’assemblea sindacale pubblica.
Il corteo è stato aperto dai sindaci di Novi Ligure, Rocchino Muliere, e Pozzolo Formigaro, Domenico Miloscio, dal sindaco di Melano, Piero Pagliano, per la Provincia di Alessandria; dai rappresentanti sindacali di Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil.
C’erano anche i senatori Daniele Borioli del Pd e Federico Fornaro di Mdp con il consigliere regionale Walter Ottria e la consigliera provinciale Amelia Maranzana, componenti della giunta e del consiglio comunale di Novi.

LE ULTIME NOTIZIE
Maltese, 50 giorni out. Checchin, lavoro differenziato

45/50 giorni di stop per Maltese per la lesione al bicipite femorale

Calcio - Grigi

Maltese, 50 giorni out. Checchin: differenziato

18 Dicembre 2018 alle 18:48

Un mese e mezzo senza Maltese. Per il centrocampista uno stop lungo: gli accertamenti hanno ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati