Lunedì 19 Febbraio 2018

Ambiente

Qualità dell’aria: scatta l’allarme arancione

Qualità dell’aria:  scatta l’allarme arancione

Qualità dell’aria, a Novi è scattato l’allarme arancione e le conseguenti limitazioni di 1° livello. Da oggi sino a lunedì c’è il blocco della circolazione veicolare nel centro storico, principalmente per i veicoli privati diesel fino a Euro 4 e, per il trasporto merci, fino a Euro 3. Il territorio interessato dalle limitazioni alla circolazione dei veicoli è stato individuato dall’amministrazione comunale nel centro storico, quindi all’interno dell’area compresa tra corso Piave, via Istituto Oneto e corso Marenco, escluse queste vie.

Sono tuttavia previste deroghe, tra cui quella per i residenti che possono entrare nella fascia oraria 12.30-14.30. Tra le altre misure previste, le temperature medie nelle abitazioni e negli spazi ed esercizi commerciali non devono essere superiori a 19 gradi centigradi ed è vietata la combustione all’aperto per qualsiasi tipologia di uso.

Queste norme sono contenute nell’ordinanza sindacale numero 124 del 28 dicembre 2017, emanata in base al “Nuovo accordo di programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nel bacino padano”.
Tale accordo prevede, al raggiungimento delle soglie stabilite, due diverse misure temporanee omogenee: il livello “arancio”, quello scattato oggi a Novi, attivato dopo 4 giorni consecutivi di superamento della massima concentrazione di Pm10 tollerata;
il livello “rosso”, attivato dopo 10 giorni consecutivi di superamento.

Le limitazioni in vigore da oggi a Novi non dovrebbero causare eccessivi disagi perché l’area in cui è stata imposta la limitazione alla circolazione dei veicoli è poco più grande della zona a traffico limitato. Nonostante ciò in città c’è preoccupazione per la qualità dell’aria che si respira.

LE ULTIME NOTIZIE

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati