Venerdì 19 Aprile 2019

Il caso

Novese femminile, ora il presidente va per vie legali

Novese femminile, ora il presidente va per vie legali

Uscito dalla burrasca più violenta della sua carriera di dirigente calcistico, il presidente della Novese femminile, Davide Saccone, ha interrotto il silenzio stampa per fornire la versione sua e della società sugli ultimi, tormentatissimi 45 giorni nel corso dei quali tutto sembrava volgere al peggio e invece tutto è andato per il meglio, con sette vittorie consecutive tra campionato di serie B e Coppa Italia.

Il presidente ha affidato mandato all’avvocato Matteo Sperduti per vedere tutelati i propri interessi e soprattutto l’immagine del club e della dirigenza che, a sua dire, «è stata fortemente lesa dalle condotte poste in essere da alcune giocatrici e da dichiarazioni che sono assolutamente non corrispondenti alla realtà dei fatti. Erroneamente, ed anche pretestuosamente, è stato riportato che alcune nostre tesserate sono state vittima di un ‘mobbing sportivo’ per il solo fatto di averle messe fuori rosa per comportamenti contrari sia al regolamento dettato dalla società che alla corretta condotta di rispetto delle scelte tecniche che un atleta, anche se dilettante, dovrebbe avere».

LE ULTIME NOTIZIE
Viaggiatori si ribellano al furto

Gli agenti della Polfer durante l'operazione

Novi Ligure

Viaggiatori si ribellano
al furto

18 Aprile 2019 alle 09:11

Il treno regionale veloce Torino-Genova mercoledì mattina è rimasto fermo per oltre un quarto d’ora ...

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati