Martedì 23 Aprile 2019

La polemica

La vendita dell’Ilva? "Pasticcio" per Di Maio

La vendita dell’Ilva? "Pasticcio" per Di Maio

Il colosso siderurgico Ilva e i suoi 14.000 dipendenti, tra i quali 800 che lavorano allo stabilimento di Novi Ligure, si trovano sballottati da uno scontro tra il ministro del Lavoro in carica, Luigi Di Maio, e il predecessore, Carlo Calenda.

A rilanciare le preoccupazioni è stato l’esponente pentastellato, che alla Camera ha esplicitamente definito «pasticcio commesso dallo Stato» la procedura per la vendita dell’azienda e poi dalla Sicilia ha rincarato la dose, annunciando di voler avviare «una procedura interna per le verifiche» relative al bando, perché c’è in ballo «il futuro di 14.000 persone».

Anche l’Anac - Autorità nazionale anti corruzione ha rilevato criticità in merito alla gara vinta dalla cordata A.M.InvestCo guidata da Arcelor Mittal.

LE ULTIME NOTIZIE

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati