Lunedì 25 Marzo 2019

Il caso

Sale gioco, ricorso al presidente della Repubblica

Sale gioco, ricorso  al presidente della Repubblica

Due gestori di sale da gioco ovadesi, la ‘Toys Italia Srl’ e la ‘Yes play srl’ hanno fatto ricorso al Presidente della Repubblica contro l’ordinanza del sindaco che limitava le ore di apertura delle sale da gioco, restringendo la possibilità di frequentazione, in base alla Legge Regionale del 2 maggio 2016, art 6.

La decisione era stata presa in considerazione che il fenomeno della ludopatia è molto presente in città e su tutto il territorio limitrofo, con conseguenze assai pesanti per gli individui interessati e per le loro famiglie, tanto che già da tempo sono attivi servizi volti alla cura delle patologie conseguenti, da parte dell’Asl, e a far conoscere i pericoli di diventare giocatori compulsivi da parte del Consorzio Servizi Sociali dell’ovadese.

Rendere più difficile accedere alle slot machine aveva anche un forte intento di prevenzione per le categorie più deboli, in particolare i giovani: l’ordinanza del sindaco Paolo Lantero infatti stabiliva che l’accesso fosse vietato dalle 9 alle 12 e dalle 17 alle 19 e ancora dalle 22 alle 2 di notte

LE ULTIME NOTIZIE

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati