Alessandria

Cazzola: 'La B? Non un'ossessione, ma un sogno. Per tutti'

Il centrocampista è pronto al rientro domenica contro il Piacenza

Riccardo Cazzola

Riccardo Cazzola è guarito. E traccia la strada

La serie B? Per Riccardo Cazzola "non deve essere una ossessione. Ma un sogno, il sogno di tutti noi. Perché qui la categoria manca da oltre quarant’anni e ogni vittoria, ogni domenica, con le rivali dirette come con avversarie che sono nelle zone basse della classifica deve essere un passo verso il nostro sogno. Mio, di tutti i compagni, della società, della città: io la vivo così, e spero che anche i tifosi capiscano che abbiamo bisogno di loro sempre, soprattutto in casa, dove ogni formazione viene a giocare la gara della vita, perché è troppo stimolante provare a anche solo pensare di battere una squadra che, nel girone di andata, ha fatto qualcosa di enorme e straordinario. Non mi stancherò mai di ripeterlo: abbiamo bisogno della loro spinta. Abbiamo già sperimentato, fino ad ora, cosa possiamo fare insieme". E la squadra? "Il ritorno è sempre più competitivo dell'andata. Questo gruppo ha fatto qualcosa di straordinario, ma da qui alla fine nessuno ci farà regali. È vero, alla fine dell’andata avevamo otto punti di vantaggio e, adesso, anche dopo il ko di Arezzo, ne abbiamo, comunque, sette, ed è, anche questo, un segnale. I punti conquistati fino ad ora rappresentano una partenza e ogni domenica si deve avere la capacità di iniziare da zero: in campo non si scende da primi in classifica, ma con quella umiltà che ci deve sempre contraddistinguere". Sul Piccolo in edicola l'intervista completa

LE ULTIME NOTIZIE
Industria, previsione di crescita

L'incontro di stamani a Confindustria

L'analisi

Industria, previsione di crescita

17 Ottobre 2017 alle 13:50

Indici tutti positivi per il trimestre d'autunno. E sono una conferma di un 2017 in crescita. ...

Arzachena Alessandria

Alla ripresa una verifica delle condizioni di Cazzola, costretto a lasciare il campo al 18' della ripresa

calcio - grigi

Grigi, 24 ore di silenzio. Aspettando le scelte

17 Ottobre 2017 alle 00:16

Dopo la strigliata ad altissima voce di Stellini, nel mirino molti giocatori, chiamati ...

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati