Mercoledì 18 Luglio 2018

Eccellenza

Asca, ancora uno stop. Adesso è quasi finita

L'Atletico espugna il 'Cattaneo', salvarsi è praticamente impossibile

Asca, ancora uno stop. Adesso è quasi finita

Il solito Gramaglia accorcia le distanze nel finale

"E' stata una prestazione sconcertante, non posso accettare un simile atteggiamento da parte della mia squadra. Si può perdere e retrocedere, ma non è possibile farlo senza lottare. Qui non c'è passione, saremo costretti a prendere provvedimenti". Parole durissime quelle di Walter Berengan, il vice presidente dell'Asca, che commenta così la sconfitta casalinga della sua squadra, battuta 2-1 dall'Atletico Torino. Un ko che di fatto significa retrocessione in Promozione, un ko maturato al termine di una prestazione scadente e mai all'altezza della situazione: decidono le reti di Curto su rigore, nel primo tempo, e di Di Matteo nella ripresa (complice Benabid), mentre l'Asca accorcia nel finale con il solito Gramaglia. "Il risultato sportivo a questo punto passa in secondo piano - conclude Berengan - sono altri presupposti fondamentali che stanno venendo meno".

Asca: Benabid, Carangelo, Ravera, Gramaglia, Sola, Della Bianchina, Bisio, Rosa, Lombardi (35' st Paletta), Abradzha (1' st Benazzo), Pellicani. All.: Milanese

LE ULTIME NOTIZIE
Motociclista ferito gravemente

Alessandria

Motociclista ferito gravemente

17 Luglio 2018 alle 10:34

Due gravi incidenti stradali sono accaduti questa mattina. Il primo ad Alessandria, in cui è ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati