Mercoledì 16 Gennaio 2019

BASKET A2

‘Bertram revolution’
con Bertone e Lydeka

Ramondino: ‘Persone e giocatori di qualità’. Sabato il debutto a Siena

‘Bertram revolution’con Bertone e Lydeka

Il centro lituano Tau Lydeka, 35 anni

La Bertram cambia ancora. Cambia tanto. Fuori, dopo Knowles, anche Tuoyo. Dentro Pablo Bertone e Tau Lydeka. Il mercato in entrata si chiude qui. Subito. Con due giocatori ufficializzati in giornata che si sono già aggregati alla squadra e che verranno tesserati in tempo per esordire sabato a Siena in quello che è diventato uno scontro salvezza di importanza capitale. La Bertram così completa la trasformazione (ricordiamo anche l’entrata di Viglianisi e l’uscita di Ganeto) e prova a rilanciare. Nuovo quintetto e nuove gerarchie. Spizzichini, Bertone, Alibegovic, N’Doja e Lideka. Viglianisi, Blizzard, Gergati e Garri dalla panchina con Lusvarghi. Due innesti che dovrebbero portare nelle intenzioni di coach Marco Ramondino maggiore presenza nel gioco interno e a rimbalzo uno, e più creatività sul perimetro l’altro. In generale leadership, esperienza e qualità. La speranza è che due giocatori così esperti (Lydeka ha 35 anni, Bertone 28) possano aiutare la squadra a diventare più consistente, meno propensa a “sbaraccare” nelle difficoltà. Non è un caso che, accanto alle descrizione tecniche Ramondino, nel presentare i due nuovi arrivati, punti sulle doti personali e umane. “Lydeka è altamente considerato come persona e come leader: questo è un altro aspetto molto importante che abbiamo considerato nel momento in cui abbiamo deciso di sceglierlo. Bertone ha doti umane e caratteriali molto importanti, da tantissimi viene descritto come un compagno di squadra eccellente: questo, unito alle sue qualità tecniche, è sicuramente un valore aggiunto”. Il lituano Lydeka (veterano che in Italia ha fatto tanta Serie A tra Pesaro, Cantù, Brindisi e Sassari) è un centro puro di grande stazza (2.08 cm 115 kg) che ha iniziato la stagione in Bundesliga al Rasta Vechta, compagno di squadra di T.J. Bray che è stato giocatore di Ramondino (e al quale il coach ha chiesto referenze) a Casale. Dopo il taglio in Germania, da un mese era tornato in Lituania e si stava allenando in maniera individuale con un preparatore atletico.   L’italoargentino Bertone è invece una guardia che all’occorrenza può anche fare il playmaker. Arriva da Varese dove un buon inizio era finito un po’ ai margini. Per lui in precedenza esperienza molto positiva  a Pesaro (in A1) con salvezza conquistata. Il mercato è chiuso. Adesso la parola passa al campo.

LE ULTIME NOTIZIE

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati