Mercoledì 19 Dicembre 2018

Sannazzaro

Nessun inquinamento in seguito all'incendio in raffineria del 5 febbraio

Nessun inquinamento in seguito all'incendio in raffineria del 5 febbraio

Nessuna conseguenza ha interessato il territorio piemontese in seguito all'incendio sviluppatosi alla raffineria di Sannazzaro de’ Burgondi, in Provincia di Pavia, lo scorso 5 febbraio. La notizia era già informalmente nota fin dai primi momenti successivi all'esplosione, per via delle condizioni meteo che avevano disperso altrove eventuali inquinanti, ma sentirlo dire dagli organi preposti ad analisi istituzionale è ulteriormente tranquillizzante.

Sono infatti prevenute ieri al Comune di Tortona le analisi effettuate dall'Arpa, sia nell'immediato tempo successivo all'incidente che successivamente proseguiti sul territorio piemontese potenzialmente interessato dalla ricaduta dei fumi dell’incendio: i dati non rilevano presenze specifiche di inquinanti riconducibili alla combustione di prodotti petroliferi, né evidenziano la presenza di sostanze inquinanti in concentrazioni significativamente differenti rispetto al fondo ambientale di quest’area.

Le precipitazioni atmosferiche e l’andamento dei venti hanno fatto sì che la ricaduta dei fumi abbia interessato i territori lombardi ad ovest della raffineria. L'Arpa di Alessandria darà comunque avvio ad una caratterizzazione di dettaglio del fondo ambientale della zona del territorio alessandrino più vicina alla raffineria e quindi potenzialmente più a rischio di ricadute in caso di incidenti.

LE ULTIME NOTIZIE
Maltese, 50 giorni out. Checchin, lavoro differenziato

45/50 giorni di stop per Maltese per la lesione al bicipite femorale

Calcio - Grigi

Maltese, 50 giorni out. Checchin: differenziato

18 Dicembre 2018 alle 18:48

Un mese e mezzo senza Maltese. Per il centrocampista uno stop lungo: gli accertamenti hanno ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati