Giovedì 20 Settembre 2018

Comune

Le analisi confermano: non ci sono pericoli dopo l'incendio in raffineria

Le analisi confermano: non ci sono pericoli dopo l'incendio in raffineria

Si è svolta lunedì la seduta di commissione consiliare ambiente, convocata per analizzare i dati sui rilevamenti di campioni di terreno in seguito all'incidente alla raffineria Eni in Lomellina, lo scorso 1 dicembre.

Alcuni valori inquinanti erano risultati superiori alle medie, anche se non tali da destare, secondo i tecnici, pericolo per la salute pubblica. Per tale ragione l'amministrazione comunale di Tortona ha voluto verificare e approfondire, invitano i tecnici Arpa alla seduta di commissione appositamente convocata.

I dati non sono tali da suscitare pericolo e indurre a misure specifiche, poiché sono state determinanti le condizioni meteo, piuttosto ventose, in modo da disperdere in fretta la nube sprigionatasi dall'impianto di Sannazzaro de'Burgondi e fortunatamente riducendo in modo determinante i tempi di esposizione del territorio alle esalazioni.

La relazione tecnica dettagliata di Arpa Piemonte ha indicato gli esiti delle analisi effettuate in laboratorio sui campioni di aria prelevati sul territorio tortonese in seguito alla nube di vapori e polveri sprigionata dall’incendio: si registra la presenza di idrocarburi aromatici, in particolare di benzene e xileni, ma i ridotti tempi di esposizione hanno in pratica annullato la portata del potenziale inquinamento.

LE ULTIME NOTIZIE
Estorsione continuata, cinque arresti

Anche la Finanza protagonista dell'operazione

Cronaca

Estorsione continuata, cinque arresti

20 Settembre 2018 alle 11:02

La Polizia   e la Guardia di finanza hanno arrestato 5 persone, tutte italiane, in esecuzione ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati