Giovedì 20 Settembre 2018

Il caso

Caos al liceo Peano l'ultimo giorno di scuola

Caos al liceo Peano l'ultimo giorno di scuola

Il liceo Peano

Caos e atti vandalici in città in occasione dell'ultimo giorno di scuola. Il momento di maggiore tensione si è verificato nella tarda mattinata presso il liceo Peano, dove da qualche anno si svolge un momento di goliardia con gavettoni tra i ragazzi per sottolineare la fine dell'anno scolastico. E questo evento, sia pure pacifico nelle intenzioni, talvolta può sfociare in qualcosa di incontrollabile, già solo per il fatto che coinvolge quasi 800 ragazzi.

Al termine dei rituali ufficiali scolastici dell'ultimo giorno, con le premiazioni dei ragazzi meritevoli e alcuni riconoscimenti di saluto agli studenti dell'ultimo anno, è stato dato il via libera alla goliardia: terminata senza troppe conseguenze la battaglia dei gavettoni e usciti da scuola , con i vigili urbani che chiudevano al traffico la strada adiacente al liceo, gli alunni (e anche i docenti) del Peano, sono stati presi di sorpresa dal sopraggiungere di un gruppo di circa 60 ragazzi frequentanti altre scuole cittadine, in buona parte dell'istituto Marconi, che hanno incominciato a scatenarsi in cori da stadio e a lanciare uova, bottiglie piene, farina, vari oggetti contundenti e a sparare botti. L'intervento di alcuni insegnanti non ha placato il putiferio e poco poteva l'esiguo numero di agenti della polizia municipale.

Fortunatamente i gruppi non sono venuti a contatto e sono state evitate degenerazioni, mentre l'arrivo di rinforzi da forze dell'ordine è avvenuto a disordini ormai conclusi. Non ci sono stati feriti (a parte qualche piccola contusione o escoriazione), nessuno fortunatamente è finito all'ospedale, né scontri, come inizialmente riportato da alcune versioni che hanno un po' ingigantito la portata dei fatti, né tantomeno coinvolgimento fisico dei professori nella degenerazione: non ci sono nemmeno state però identificazioni o formalità da parte dei carabinieri. Nelle ore successive, poi, altra degenerazione, questa volta ad opera di studenti di scuola media, secondaria di primo grado, che hanno imbrattato alcune vie del centro, in particolare via Carducci con uova, farina e vernice e scagliato vari oggetti contundenti e importunato i passanti. Resta la riflessione di tipo socio educativo sull'opportunità di certe manifestazioni anche all'interno della scuola, così come l'interrogativo su quali fondamenti abbia la rivalità tra studenti di vari plessi scolastici, oltre che sul ruolo delle famiglie nel fare comprendere il rispetto dei ruoli e il confine tra goliardia e vandalismo.

LE ULTIME NOTIZIE
Alunni trasferiti, c'è il pulmino

La sede dell'istituto comprensivo

Tortona

Alunni trasferiti,
c'è il pulmino

18 Settembre 2018 alle 15:21

Per gli studenti della scuola media del Comprensivo B di Tortona, trasferiti in zona Dellepiane a ...

Impianto fanghi, iniziati i presidi

Un volantino del Comitato 3A

Ambiente

Impianto fanghi,
iniziati i presidi

18 Settembre 2018 alle 13:41

Oggi dalle 13 alle 14 e domani alla stessa ora, presidio del Comitato 3A davanti alla prefettura di ...

Opere pubbliche: zone industriali, nuovo decoro

Anche 150mila euro per la Passeggiata Sisto

Il piano

Le zone industriali
e il  nuovo decoro

18 Settembre 2018 alle 11:10

Un investimento di 300mila euro fino al 2021 «per restituire decoro alle zone industriali della ...

I VIDEO

nome_sezione

APPUNTAMENTI

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati