L'analisi

Il Coinor dimezzato e la programmazione che non c’è stata

Il Coinor dimezzato e la programmazione che non c’è stata

C’era un bar e non c’è più. C’erano uffici e sono stati chiusi. Pare che a fine marzo se ne vada anche la filiale della Banca popolare. Ti guardi attorno e capisci che qualcosa non va. O che, almeno, non va più.
Si chiama Coinor, nome che riassume non una realtà che fino a una decina di anni fa era piuttosto dinamica, ma anche un concetto, una filosofia: Consorzio insediamenti orafi. Insediamenti? Quali?
Ce ne sono ancora, certo. Però volete mettere rispetto al recente passato? Senza stare a distinguere tra Coinor e Coinor 2000, ma volendo essenzialmente parlare della globalità degli spazi produttivi, siamo a depauperamento del 50 per cento. Non si trova neanche un ottimista in grado di sostenere che il bicchiere è mezzo pieno.

LE ULTIME NOTIZIE
Chiamparino: "La Cittadella come la Reggia di Venaria"

Il sindaco Rita Rossa tra il presidente Sergio Chiamparino e l'assessore regionale Giuseppina De Santis

Il progetto

Chiamparino: "La Cittadella
come la Reggia di Venaria"

27 Aprile 2017 alle 08:44

Trasformare la Cittadella in una nuova eccellenza dell'offerta culturale e turistica del Piemonte - ...

Alessandria Di Masi Pillon Magalini

Non si è fatta attendere la risposta del Livorno Calcio all'appello del presidente dell'Alessandria

Calcio - Grigi

Livorno: "No a appelli
e sollecitazioni"

25 Aprile 2017 alle 11:05

La Cremonese ha parlato per prima, mettendo tutti a tacere: silenzio stampa di tutti i tesserati ...

I VIDEO

nome_sezione

WEB EDICOLA

sfoglia

abbonati